Lionel Messi
Lionel Messi

Milano, 20 agosto 2020 - "Non so se devo convincerlo a restare", ha dichiarato ieri Ronald Koeman riferendosi a Lionel Messi. Beh, oggi ci proverà, o quantomeno sonderà il terreno e le intenzioni della Pulce. In giornata è infatti in programma un incontro fra il nuovo tecnico del Barcellona e il fenomeno argentino, che ha interrotto le proprie vacanze per questo summit. Segno di come il futuro del sei volte Pallone d'Oro sia un tema di strettissima attualità: legato contrattualmente per un altro anno al club catalano, il 10 fa tremare società e tifosi. Un suo addio è infatti tutt'altro che utopia, alla luce dei pessimi risultati ottenuti dalla squadra nel finale di stagione, in particolare l'8-2 subito per mano del Bayern Monaco nei quarti di Champions League, e delle diatribe con il presidente Josep Maria Bartomeu e parte della dirigenza. 

Il numero uno ha finora blindato il proprio gioiello più prezioso, parlando di un Messi in versione blaugrana per molte stagioni ancora, ma come mai prima d'ora la sensazione è quella che il fuoriclasse possa davvero prendere la clamorosa decisione di separarsi dal Barcellona. E se ciò si avverasse, allora anche l'Inter, oltre alle big d'Europa (vedi soprattutto il Manchester City), potrebbe lanciarsi in un tentativo per il sudamericano. 

Koeman nel frattempo ha tergiversato nella conferenza stampa di presentazione, passando la palla a Messi. "Ciò che è chiaro è che parliamo del miglior giocatore del mondo e quindi è uno che vuoi con te e non con i tuoi avversari. Lavorare con Leo è speciale perché ti fa vincere le partite. Se Messi vuole restare, io sono felicissimo. Ha un contratto con il Barcellona, ci devo parlare anche perché è il capitano e spero che resti qui per tanti altri anni. Ciò che gli dirò resterà tra noi". Non resta insomma che attendere il responso del faccia a faccia, che indirizzerà in un verso o in un altro quello che si annuncia essere uno dei possibili tormentoni di questo particolare calciomercato estivo.