Milano, 13 gennaio 2018 – Luciano Spalletti e l’Inter domani riprenderanno a lavorare in vista della sfida del posticipo serale di domenica 21 contro la Roma a San Siro. In attesa dei possibili nuovi acquisti del mercato di gennaio, vicini Lisandro Lopez, Rafinha e Ramires, il tecnico nerazzurro dovrà fare la conta dei difensori. A salvare la situazione potrebbe essere il recupero di Miranda, atteso in gruppo già dai primi allenamenti dopo la lesione di primo grado al soleo della gamba destra. Se non tornasse lui, Spalletti dovrebbe inventarsi qualcuno centrale perché anche Ranocchia è fermo per un problema ai muscoli addominali, un inconveniente che il centrale si trascina da tempo e che con le ultime partite si è aggravato. Ma filtra ottimismo sul recupero di Miranta che contro la Roma dovrebbe dunque riprendersi il posto al fianco di Skriniar. Da valutare anche D’Ambrosio, fermo per una lesione di primo grado al legamento collaterale mediale sinistro. Sul terzino, che ha comunque saltato le vacanze per recuperare il prima possibile, non c’è una impellente esigenza di forzare i tempi considerando il convincente utilizzo del portoghese Cancelo. Sulle altre scelte in vista di Roma, in attesa della ripresa dei lavori, Spalletti dovrebbe rimanere sul classico 4-2-3-1 e sostanzialmente con i fedelissimi schierati fino a qui.

LISANDRO LOPEZ, POI RAMIRES – E’ sostanzialmente fatta per lo sbarco di Lisandro Lopez a Milano, prestito di 450mila euro e diritto di riscatto fissato a 9 milioni. Dovrebbe essere lui il primo acquisto del lotto. Non sarà chiaramente un titolare della difesa, ma il primo rincalzo dalla panchina qualora mancasse uno tra Skriniar e Miranda. Il secondo acquisto dovrebbe essere invece il brasiliano Ramires dal Jiangsu Suning, facendo leva sulla volontà del calciatore di venire a Milano, mentre per Rafinha si sta ancora trattando con il Barcellona. L’Inter, prima di tutto, vuole capire bene le condizioni del mediano reduce da un lungo stop: non gioca sostanzialmente da aprile. A fronte di determinate garanzie e a fronte di una apertura del Barcellona sulla formula, Sabatini chiuderebbe la trattativa nel giro di pochi giorni.

Suso, Maldive e coccole