Mario Balotelli (Ansa)
Mario Balotelli (Ansa)

Bologna, 17 aprile 2020 - Ieri è stata una giornata di social network molto intensa per Mario Balotelli. Marco Materazzi, in una diretta su Instagram assieme allo chef Davide Oldani, ha parlato di un episodio in particolare riguardante il suo ex compagno di squadra all'Inter: "Nella famosa partita contro il Barcellona mi arrabbiai tantissimo con lui, ma non perchè gettò a terra la maglia. Eravamo in pullman e ci stavamo recando allo stadio, quando Mario disse che, una volta subentrato nella ripresa, avrebbe volontariamente giocato male. Quando entrò, calciò dalla distanza anzichè partire in contropiede: Milito in panchina lo voleva ammazzare".

La prestazione dell'Azzurro ebbe qualche ripercussione sugli allenamenti successivi, come spiega lo stesso Matrix: "Chiesi a Mourinho di mettermi a marcare Supermario in partitella. Così facendo, dopo qualche minuto sarebbe rientrato negli spogliatoi...".

Non solo campo, però. Uno degli eroi del Mondiale tedesco del 2006 racconta anche un aneddoto riguardante il papà di Balo: "Un giorno, dopo la partita con il Rubin Kazan, gli disse che doveva smetterla di uscire con le ragazze e andare a fare un giro in bici al parco. Divenne il mio idolo".

L'attaccante in forza al Brescia ha commentato ieri insieme a Thierry Henry il suo passato in Premier League, in una live sempre su Instagram.

"La Premier è il campionato più bello del mondo", afferma Supermario, ex del Liverpool. "Dell'Inghilterra ho soltanto bei ricordi. I migliori allenatori che ho avuto credo siano Mancini e Favre".