Le decorazioni per la festa del titolo del Liverpool in una casa (Ansa)
Le decorazioni per la festa del titolo del Liverpool in una casa (Ansa)

Roma, 26 giugno 2020 - Il Liverpool è campione d’Inghilterra. Gli uomini di Kloop asfaltano 4-0 il Crystal Palace e possono celebrare, dopo 30 anni, la conquista del titolo. Per i Reds si tratta del 19° titolo della storia, il primo da quando il campionato inglese è denominato Premier League.

La festa di Salah e compagni è potuta cominciare grazie al Chelsea. I Blues, infatti, superano 2-1 il Manchester City e continuano la loro marcia verso la qualificazione alla prossima Champions League. Pulisic realizza l’1-0 al 36’, mentre l’ex De Bruyne, con una punizione magistrale, al 55', consegna l’1-1 ai Citizens. Al 78’, però, i londinesi trovano il 2-1 con il calcio di rigore di Willian. Nell’occasione del penalty espulso Fernandinho per fallo di mano sulla linea di porta. Con questi tre punti, gli uomini di Lampard si portano a -1 dal terzo posto: il Leicester non va oltre lo 0-0 con il Brighton.

Non mollano e restano a -5 dal quarto posto Manchester United e Wolverhampton. I Red Evils s’impongono 3-0 sullo Sheffield United (tripletta di Martial), mentre i Wolves hanno la meglio del Bournemouth (1-0). Riassapora il gusto dei tre punti il Tottenham. Gli uomini di Josè Mourinho fanno loro 2-0 il derby di Londra contro il West Ham (prosegue l’annus horribilis per gli Hammers: gli uomini di Moyes al momento sono salvi solo per la differenza reti favorevole nei confronti di Bournemouth e Aston Villa) e tengono accesa la fiammella per la qualificazione almeno alla prossima Europa League. Il terzo tentativo è quello fortunato per l’Arsenal. Dopo le sconfitta nel recupero con il City e con il Brighton, i Gunners espugnano 2-0 il St.Mary’s Stadium contro il Southampton.

Vittorie di misura per Everton e Burnley. I Toffees violano Carrow Road con il Norwich sempre più ultimo e i Claret inguaiano il Watford (le Hornets hanno un solo punto di vantaggio sulla zona retrocessione). Solo 1-1 tra Newcastle e Aston Villa: i Villans al momento retrocederebbero con lo stesso Norwich e con il Bournemouth.

 








Premier League, 31a giornata

Leicester-Brighton 0-0

Tottenham-West Ham 2-0 64’ aut.Soucek, 82’ Kane

Wolverhampton-Bournemouth 1-0 60’ Jimenez

Norwich-Everton 0-1 55’ Keane

Newcastle-Aston Villa 1-1 68’ Gayle (N), 83’ Elmohamady (AV)










Manchester United-Sheffield United 3-0 7’, 44’ e 74’ Martial

Liverpool-Crystal Palace 4-0 23’ Alexander Arnolds, 44’ Salah, 55’ Fabinho, 69’ Manè

Southampton-Arsenal 0-2 11’ Nketiah, 86’ Willock

Burnley-Watford 73’ Rodriguez

Chelsea-Manchester City 2-1 36’ Pulisic (C), 55’ De Bruyne (MC), 78’ rig. Willian (C)




Classifica

Liverpool* 86; Manchester City 63; Leicester 55; Chelsea 54; Manchester United e Wolverhampton 49; Tottenham 45; Sheffield United 44; Arsenal 43; Crystal Palace e Burnley 42; Everton 41; Newcastle 39; Southampton 37; Brighton 33; Watford 28; West Ham, Bournemouth e Aston Villa 27; Norwich 21

* campione d’Inghilterra