Cutrone a segno contro il Lecce (Ansa)
Cutrone a segno contro il Lecce (Ansa)

Lecce, 15 luglio 2020 - Alla Fiorentina bastano 40’ per annichilire il Lecce. Al 6’ Chiesa, dopo un gravissimo errore difensivo di Rispoli, apre le danze, mentre Ghezzal, con una punizione magistrale, e Cutrone chiudono i giochi tra il 38’ e il 40’. Da segnalare anche il penalty fallito da Pulgar all’11°. Nel finale di partita Shakhov realizza l'1-3. Sconfitta pesantissima per gli uomini di Liverani. La salvezza resta a -1, ma domani sera il divario potrebbe anche aumentare (c’è Torino-Genoa). Al contrario, scatto salvezza per la Viola: gli uomini di Iachini volano a +10 propio sui giallorossi e mettono in ghiaccio il proprio futuro in massima serie.

Lecce-Fiorentina 1-3, rivivi la diretta

Serie A, risultati e classifica

Cronaca. La Fiorentina affonda il Lecce nel giro di 40’. Chiesa, Ghezzal e Cutrone firmano il 3-0 con cui la Viola chiude il primo tempo. Da segnalare anche l’errore dal dischetto di Pulgar all’11’. Pronti via e il Lecce sfiora l’1-0 con Babacar, l’ex del match conclude di poco sul fondo. Scansato il pericolo, la Fiorentina passa: errore sanguinoso di Rispoli che lancia Cutrone, l’ex Milan imbecca perfettamente Chiesa e il numero 25 spedisce la sfera sotto la traversa. Passano quattro minuti e la Fiorentina beneficia di un calcio di rigore per il fallo di Gabriel su Ghezzal. Dal dischetto si presenta il solito Pulgar, ma l’ex Bologna si fa ipnotizzare da Gabriel, che intuisce e blocca la conclusione. Evitato il doppio svantaggio, il Lecce tenta di trovare l’1-1, ma Terraciano dice di no alla conclusione dalla distanza di Barak. La Viola, successivamente, sfiora il 2-0 con Cutrone, che disturbato da Petriccione non riesce a colpire di testa la sfera da ottima posizione. Il finale di tempo, poi, taglia completamente le gambe al Lecce. Nel giro di due minuti la Fiorentina si porta sul 3-0. Al 38’ Ghezzal, con una punizione magistrale, regala lo 0-2 agli uomini di Iachini. Il centrocampista algerino è perfetto e con una traiettoria a giro scavalca la barriera e non lascia scampo all’impietrito Gabriel. Nemmeno il tempo di reagire per il Lecce che la Fiorentina cala il tris: Chiesa ricambia l’assist per Cutrone, che s’incunea tra Lucioni e Paz e solo davanti a Gabriel non sbaglia. Gli uomini di Liverani al 43’ potrebbero rientrare nel match, ma Farias, dopo l’errore in fase d’impostazione di Caceres, colpisce la traversa.

La Fiorentina, nel secondo tempo, si limita alla gestione del partita, ma ha anche l’opportunità di arrotondare il risultato. Al 51’ Gabriel, d’istinto, devia la conclusione di Lirola e al 60’ si ripete su Cutrone. Nel finale Vlahovic, con una sassata, sfiora il 4-0. A due dal 90’ Shakhov realizza il gol della bandiera per i padroni di casa. Sconfitta sanguinosa per gli uomini di Liverani: la salvezza resta a -1, ma il divario potrebbe anche aumentare (il Genoa sarà impegnato nel match con il Torino). Altresì, la Viola compie un deciso balzo verso la salvezza: gli uomini di Iachini si portano a +10 proprio dai giallorossi.

Tabellino

Lecce (4-3-2-1): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Paz, (19' st Dell'Orco), Donati; Majer (26' st Vera), Petriccione (19' st Tachtsidis), Barak; Mancosu, Farias (1' st Saponara); Babacar (26' st Shakov). (22 Vigorito, 40 Sava, 2 Radicchio, 15 Monterisi, 31 Colella, 35 Rimoli). All.: Liverani. 

Fiorentina (3-4-3): Terracciano; Milenkovic, Pezzella (1' st Ceccherini), Caceres; Ghezzal, Duncan (24' st Castrovilli), Pulgar, Lirola; Chiesa (20' st Venuti), Cutrone (20' st Vlahovic), Ribery (37' st Agudelo). (33 Brancolini, 3 Igor, 5 Badelj, 9 Kouame, 11 Sottil, 93 Terzic). All.: Iachini. 

Arbitro: Guida di Torre Annunziata. 

Reti: nel pt 6' Chiesa, 38' Ghezzal, 40' Cutrone; nel st 43' Shakov. Angoli: 6 a 5 per il Lecce. Recupero: 2' e 4'. Ammoniti: Gabriel, Babacar, Ghezzal, Donati per gioco falloso, Ribery per comportamento non regolamentare.