Marco Parolo (ANSA)
Marco Parolo (ANSA)
Roma, 27 aprile 2020 – In casa Lazio è chiara e forte la volontà di riprendere gli allenamenti e anche quella di provare e concludere il campionato per cercare di giocare un ruolo da protagonista nella volata scudetto. Un concetto ribadito oggi dal direttore sportivo Igli Tare ma anche da Marco Parolo ai microfoni di Radio Lazio Style: “Da noi abbiamo cinque o sei campi e potremmo allenarci mantenendo anche le distanze. Le giornate poi si sono allungate, ci sono dodici ore di luce. I protocolli che stanno analizzando parlano di allenamenti di squadra ma credo che almeno gli allenamenti individuali debbano essere permessi.”

Il capitano biancoceleste poi ha rincarato la dose: “Il decreto ci penalizza, forse qualcuno non vuole che il campionato riprenda. La gente potrà andare al parco a correre ma noi non potremo andare ad allenarci a Formello. Gli sportivi professionisti devono essere trattati allo stesso modo. Sono il primo a supportare tutti gli atleti italiani in ogni competizione mondiale e concordo sul fatto che debbano riprendere ad allenarsi, ma anche noi del calcio dovremmo riprendere a farlo. Per la ripresa del campionato non sta a noi prendere decisioni, ma almeno gli allenamenti li dobbiamo riprendere. Se ripartiamo rispettiamo le regole possiamo essere un esempio per tutto il Paese.”