Ciro Immobile festeggia dopo la rete segnata al Napoli
Ciro Immobile festeggia dopo la rete segnata al Napoli

ROMA, 12 gennaio 2020 – Non si ferma il momento magico della Lazio. Con la vittoria di ieri sul Napoli all’Olimpico, i biancocelesti conquistano la decima vittoria consecutiva in campionato (undici considerando anche la Supercoppa). Un record per il club capitolino, che nella stagione 99/00 si era fermata a nove. Inzaghi entra ancora una volta nella storia dei romani, superando definitivamente il suo ex allenatore Sven Goran Eriksson. Il gol di Immobile, il 20esimo in campionato in 18 partite giocate, porta il centravanti partenopeo a quota 108 gol con la maglia della Lazio. Agguantato nella classifica all-time un’altra leggenda come Bruno Giordano. Proprio Immobile al termine della gara, ha commentato la vittoria dei suoi con entusiasmo: “Questa vittoria rappresenta tanto, soprattutto per come è arrivata. Faccio i complimenti al Napoli, il pareggio era giusto. Tanti dicono che è fortuna se le vinciamo alla fine, ma invece non molliamo mai. Siamo migliorati tanto su quello, ci crediamo fino alla fine. È scattato qualcosa nella nostra testa che non ci fa mollare. Poi ringrazio il pubblico che ci ha sostenuto fino alla fine”.

La Lazio insidia Juventus e Inter in cima alla classifica e pensa in grande guardandosi comunque alle spalle. L’obiettivo dichiarato è la Champions, ma in città si sogna qualcosa in più: “L'obiettivo è continuare a crescere. Siamo insieme al mister da tempo, ora si vedono i risultati di una semina lunga 4 anni. Scudetto? Gli obiettivi sono quelli di inizio anno, non montiamoci la testa. Abbiamo vinto due partite in cui non abbiamo giocato bene. Ma se non ci arriviamo con il gioco lo facciamo in altri modi”. Chiosa finale sul gol: “Gol mio o autogol? Il gol è mio, ero sicuro. Non facciamo arrabbiare i miei fantallenatori. Voglio continuare a crescere e giocare con la squadra, mi diverto, i miei compagni giocano per me".