Luis Alberto
Luis Alberto

ROMA, 22 gennaio 2020 – Messa alle spalle la delusione in Coppa Italia, per la Lazio è già tempo di voltare pagina e rituffarsi sul campionato. All’Olimpico infatti andrà in scena il derby contro la Roma. Una partita sentita, da sempre fuori dagli schemi, lontana dalle logiche. La squadra è subito in campo a Formello per l’allenamento. Dalla seduta di oggi una buona e una cattiva notizia per Simone Inzaghi. Il tecnico biancoceleste riabbraccia Luis Alberto, rimasto fuori dai convocati di Napoli per un affaticamento al flessore. Una corsa blanda per lo spagnolo, che però si allena sorridente lasciando presagire un suo rientro in gruppo nelle prossime ore. Chi invece abbandona il campo dopo pochi minuti è Joaquin Correa. Ieri per l’argentino il ritorno in campo dopo il problema muscolare al polpaccio. Oggi l’inizio del riscaldamento insieme ai compagni, poi dritto negli spogliatoi. Il motivo è ancora sconosciuto: precauzione, solo riposo oppure un problema più grave, la seduta di domani saprà dire sicuramente di più sulle sue condizioni. Gli altri assenti sono Cataldi e Lukaku, il primo starà fuori per almeno altre due settimane e non sarà a disposizione per il derby. Il secondo invece prosegue il suo programma di recupero personalizzato.

PAROLO – C’è amarezza per l’uscita dalla Coppa Italia, trofeo del quale la Lazio ne è la detentrice. Un’ottima prestazione quella dei biancocelesti al San Paolo, che non è però bastata per ottenere il passaggio del turno. “A testa alta, ma purtroppo fuori. Quest’anno nelle coppe abbiamo creato tanto senza riuscire a concretizzare. Ci abbiamo provato, ci tenevamo e dispiace”, dichiara Parolo al termine della gara. Poi sulle condizioni del terreno di gioco: “Immobile aveva spiazzato il portiere, purtroppo è scivolato. Abbiamo fatto la partita e dobbiamo continuare sulle nostre convinzioni. Stiamo portando avanti da inizio stagione le nostre idee e lo stiamo facendo contro tutti, stasera compresa”. Chiosa finale sul derby: “Sappiamo che è una partita a sé e qualsiasi risultato delle altre squadre non conta. Siamo consapevoli di quello che vuol dire giocarlo, ci prepareremo per dare l’anima e restituire un’altra gioia ai tifosi che sono sempre con noi e la meritano. Vincere significherebbe tanto”.