Caicedo con la maglia della Lazio
Caicedo con la maglia della Lazio

Roma, 6 settembre 2021 - Sono già passati diversi giorni dall'addio di Felipe Caicedo alla Lazio per vestire la maglia del Genoa, ma l'amore che si è creato tra calciatore e piazza rimane intatto. L'ecuadoriano è stato un attaccante importante nell'era Inzaghi e anche se non vestirà più di biancoceleste è legatissimo a questi colori che gli hanno dato spazio e visibilità in queste stagioni. Oggi in un'intervista ha potuto raccontare le sue emozioni negli anni da laziale.

Le parole di Caicedo

Caicedo ha segnato tanti gol con la Lazio, soprattutto nei momenti decisivi con delle reti nel finale. "Il gol a tempo scaduto che mi è rimasto più nel cuore è quello al 98′ con il Cagliari. Significava tanto per me e per la squadra che stava inanellando una serie di vittorie incredibili che ci hanno proiettato in cima al campionato con la Juventus". Un gol che faceva sognare lo Scudetto ai tifosi della Lazio, titolo che Caicedo è convinto che senza pandemia la squadra avrebbe vinto. "Non secondo me, secondo tutti. Il Covid ci ha colpito nel nostro miglior momento. Eravamo affamati, in fiducia, nessuno c’ha creduto più di noi. Poi è successo quello che sappiamo, ma senza pandemia avremmo vinto lo scudetto. Zona Cesarini o zona Caicedo? Mi sono informato, poi mi hanno detto che l'ho superato. Non posso che ringraziare i compagni perché il merito è tutto loro” ha aggiunto l'ecuadoriano.

Rapporto con Immobile

Caicedo ha parlato anche del legame speciale che ha avuto col suo compagno Ciro Immobile, l'altro grande idolo della Lazio di questi tempi. "So che c’è tanto affetto nei miei confronti, me l’hanno sempre dimostrato dal ritiro a Roma, piano piano me ne renderò conto. Le emozioni e i brividi verranno sempre di più, non posso che ringraziare. La Lazio è stata mia avventura più importante, sentire l’amore dei tifosi è qualcosa di inspiegabile. Essere all’altezza di Ciro è una vittoria importante, lui ha fatto la storia vera della Lazio" ha chiuso l'attaccante del Genoa.

Leggi anche - L'accoglienza a Salerno per Ribery