Andrea Pirlo (Ansa)
Andrea Pirlo (Ansa)

Torino, 13 settembre 2020 - A una settimana dall'esordio in campionato, in programma per domenica sera contro la Sampdoria, la Juventus lancia segnali incoraggianti, battendo 5-0 in amichevole il Novara grazie alle reti di Ronaldo, Ramsey, Pjaca e alla doppietta di Portanova. "Sono soddisfatto: ci siamo ritrovati solo giovedì con tutti i giocatori, quindi abbiamo avuto poco tempo per preparare questo impegno, ma i ragazzi si sono impegnati e hanno fatto un buon allenamento - le parole di Andrea Pirlo a fine gara - Stiamo tentando diverse soluzioni: nel primo tempo di siamo schierati con una difesa a quattro che in fase di impostazione diventava a tre, mentre nella ripresa ci siamo messi a tre fissi. La squadra deve avere entusiasmo, i ragazzi si stanno abituando al nuovo metodo di lavoro e si stanno divertendo. Pressione? Sono l'allenatore della Juventus: chi viene qua è consapevole di essere costretto a vincere". 

In attesa del debutto stagionale, in casa bianconera tiene banco pure il mercato. "L'attaccante mi serve il prima possibile, ma c'è tempo fino a ottobre per lavorare sul mercato - ha sottolineato Pirlo - Tifosi contro la Sampdoria? La speranza di averne almeno una parte c'è: ne abbiamo bisogno noi e anche il movimento". 

LA CRONACA

Pirlo sceglie il 3-5-2, con McKennie e Kulusevski subito titolari, mentre parte dalla panchina l'altro neoacquisto Arthur. I due nuovi lasciano ottime impressioni: l'americano colpisce per aggressività, mentre lo svedese dimostra già una certa intesa con Ronaldo. Non a caso nasce proprio da una loro combinazione il vantaggio al 19' della Vecchia Signora, con CR7 a firmare l'1-0 con un destro chirurgico. La Juventus fa la partita, senza concedere palle gol ai ragazzi di mister Simone Banchieri, mentre dall'altra parte sono diversi i pericoli corsi dal portiere Lanni, che salva la propria porta in almeno tre occasioni sui tentativi di Ramsey e Ronaldo. Il portoghese ha un'altra chance in chiusura di prima frazione, ma il suo destro è - seppur di poco - impreciso. 

Nel secondo tempo c'è spazio per una serie di cambi, fra i quali Arthur in mezzo al campo. Resta sul terreno di gioco invece Ramsey, che al 56' trova il raddoppio, imbeccato da un perfetto assist di Douglas Costa. Il Novara abbozza una timida reazione, con le conclusioni di Gonzalez e Cisco, che tuttavia non impensieriscono eccessivamente Buffon. I campioni d'Italia continuano a spingere sull'acceleratore, schiacciando gli avversari nella propria area, e al 65' calano il tris con Pjaca, che ribadisce in rete il suo precedente tentativo. La Juve sfiora il poker sempre con il croato, il cui sinistro viene neutralizzato da Lanni, e con Douglas Costa, i cui tentativi non inquadrano la porta. Alla fine il 4-0 arriva per merito del giovane Portanova, che all'89' batte Lanni con un destro preciso. L'attaccante dell'Under 23 si toglie pure la soddisfazione di timbrare il cartellino per la seconda volta con un tocco ravvicinato che significa 5-0.