24 dic 2021

Juventus, la Champions passa dal rendimento a gennaio e febbraio

Calendario in salita per la Vecchia Signora nei prossimi due mesi. Se i bianconeri dovessero far bene, la qualificazione all'Europa che conta sarebbe più vicina

francesco bocchini
Sport
L'esultanza dei bianconeri dopo il 2-0 al Cagliari
L'esultanza dei bianconeri dopo il 2-0 al Cagliari

Torino, 24 dicembre 2021 - Sei vittorie nelle ultime otto partite, con 12 gol fatti e solo due subiti. Favorita anche dal calendario, che l'ha vista sfidare fra le altre Salernitana, Genoa e Cagliari, la Juventus ha cambiato marcia in questo finale di 2021. Magari non dal punto di vista del gioco, della capacità di costruire tante palle gol e di finalizzarne a sufficienza, ma sicuramente per quanto concerne i risultati. La risalita in classifica ben fotografa l'accelerata dei bianconeri, adesso al quinto posto ad appena quattro punti dall'Atalanta, quarta, e a cinque dal Napoli, quinto. La zona Champions, obiettivo minimo per la Vecchia Signora, è lì a portata di mano. 

Due mesi di fuoco

Quel calendario che ha semplificato la strada dei bianconeri in chiusura di 2021, la renderà altrettanto in salita in apertura di 2022. Come ha detto Massimiliano Allegri, al 28 febbraio si saprà se la sua squadra potrà lottare o meno per conquistare un posto nell'Europa che conta. E ha perfettamente ragione. Alla ripresa delle ostilità, nella prima giornata del girone di ritorno fissata per il 6 gennaio, Bonucci e compagni affronteranno nello scontro diretto il Napoli all'Allianz Stadium. Poi sarà la volta, tre giorno dopo, della trasferta in casa della Roma. Il 12 invece ecco l'appuntamento con la finale di Supercoppa Italiana contro l'Inter. Sampdoria (negli ottavi di Coppa Italia) e Milan saranno poi gli ultimi avversari nel mese di gennaio. Dopo la sosta per le Nazionali, febbraio prevederà nel menù bianconero le sfide con Verona, Atalanta, Torino, Villarreal ed Empoli

Fra infermeria e mercato

Insomma, un vero e proprio tour de force, sia per il numero di impegni, sia per la qualità delle squadre che la Juventus si ritroverà ad affrontare. Fondamentale per Allegri avere il maggior numero di giocatori a disposizione. Come annunciato dal tecnico livornese, Giorgio Chiellini, Federico Chiesa e Paulo Dybala saranno di nuovo in gruppo dal 30 dicembre. Tempi un po' più lunghi per Danilo, mentre Aaron Ramsey è ormai fuori dal progetto e la sua partenza nel mercato di gennaio è altamente quotata. Anche perché, nonostante le dichiarazioni di Allegri e di Maurizio Arrivabene, qualcosa verrà fatto anche in entrata. Serve quindi liberare spazio per la questione liste e il gallese è il maggior indiziato per salutare la compagnia.

 

Leggi anche: Inter, i numeri della striscia che è valsa la vetta

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?