Sandro Tonali
Sandro Tonali

Milano, 2 luglio 2020 – Dopo aver piazzato il colpo Hakimi, l’Inter punta con estrema decisione Sandro Tonali. Beppe Marotta è molto vicino ad acquistare il mediano del Brescia, che piace a tante squadre, anche se ancora mancano diversi tasselli alla chiusura della trattativa. La sensazione è che ora i nerazzurri siano concentrati sulla fase finale del campionato, c’è anche l’Europa League ad agosto, per poi rituffarsi sul mercato per fornire a Conte gli elementi determinanti per il salto di qualità.

TONALI SULLA TV CINESE – Che Sandro Tonali sia nel mirino dell’Inter e che il giocatore stesso voglia approdare in nerazzurro è il segreto di Pulcinella, ma un ulteriore indizio lo ha fornito PPTV, ovvero la televisione del gruppo Suning, che nel presentare Inter-Brescia ha posto l’asso Tonali tra le carte a disposizione del tecnico Antonio Conte. Può essere un segnale esplicito oppure una semplice rappresentazione della realtà che vede Marotta inseguire il talento delle rondinelle. Ma proprio l’amministratore delegato nerazzurro ha parlato della pista Tonali a Sky, sottolineando però che un giocatore di quel profilo non possa non piacere a tanti: “Se mi piace Tonali? Beh, credo piaccia a tantissimi esperti di calcio”, il commento del dirigente, “Il giocatore oggi è del Brescia e noi non ci siamo ancora confrontati con loro, ma con Cellino i rapporti sono ottimi”.

BASI DEL FUTURO – L’intento dell’Inter è chiarissimo: puntare sui giovani e possibilmente italiani. La strategia è già iniziata da tempo con i vari Bastoni, Barella, Sensi ed Esposito e molto probabilmente proseguirà con Tonali, uno dei talenti più cristallini del calcio italiano. Proprio sui giovani si è soffermato Marotta: “E’ un auspicio di gioventù che l’Inter vuole avere anche l’anno prossimo, lo consideriamo le basi del futuro”, la chiosa dell’Ad che di fatto lascia sassolini e indizi che portano a Tonali. E se da un lato con il giocatore non ci sono particolari problemi, Tonali ha già dato la sua disponibilità ai colori nerazzurri, ora occorrerà trovare una quadra economica con Cellino che inevitabilmente scenderà dalla valutazione iniziale di 50-60 milioni di euro. L’Inter è convinta che una proposta di circa 40 comprensivi di bonus Cellino possa pronunciare il fatidico sì.