Stefano Sensi
Stefano Sensi

Milano, 18 ottobre 2019 – Periodaccio a livello di infortuni per l’Inter. Dopo quelli di Alexis Sanchez e Danilo D’Ambrosio, si è aggiunta una ricaduta per Stefano Sensi. Il mediano aveva patito un problema muscolare nel match con la Juventus, poi era riuscito a rientrare in gruppo ma nelle ultime ore ha dovuto fermarsi di nuovo. Salterà almeno due partite.

RISENTIMENTO ALLO PSOAS – Sensi aveva subito una elongazione all’adduttore durante Inter-Juventus, era rimasto fermo per qualche giorno e questa settimana era rientrato in gruppo, con speranze anche di essere convocato per la sfida al Sassuolo. Niente di tutto questo, nuovo stop per il centrocampista, stavolta si tratta di un risentimento al muscolo psoas. Gli esami non hanno però evidenziato lesioni, questo significa che lo stop non sarà lunghissimo. Dovrebbe saltare sicuramente il Sassuolo, domenica alle 12.30, il Borussia Dortmund in Champions League. Il suo rientro dovrebbe avvenire tra Parma e Brescia.

LE NAZIONALI NON AIUTANO – Antonio Conte dovrà dunque trovare gli adeguati sostituti degli assenti, e le nazionali non aiutano non solo in termini di infortuni ma anche di tempistiche. Godin e Vecino sono stati gli ultimi a rientrare e non è detto siano della partita domenica. Per il momento, è possibile che in difesa giochi Bastoni assieme a De Vrij e Skriniar, mentre a centrocampo Gagliardini con Brozovic e Barella. A destra Candreva sostituirà D’Ambrosio, a sinistra Asamoah. In attacco Romelu Lukaku sembra sicuro del posto, al suo fianco uno tra Lautaro Martinez e Politano, con il primo favorito sul secondo. A complicare i piani anche il fatto che il Sassuolo si può considerare una vera e propria bestia nera dell’Inter. Dopo il roboante 0-7 al debutto, i nerazzurri hanno ottenuto con il Sassuolo un vero e proprio digiuno. I neroverdi sono la seconda squadra della A contro cui l’Inter ha vinto meno, al primo posto ovviamente la Juventus. Solo un pareggio negli ultimi cinque precedenti.