Andrea Ranocchia
Andrea Ranocchia

Milano, 5 aprile 2021 – Allungato ulteriormente il margine sulle inseguitrici, l’Inter vive l’antivigilia della sfida con il Sassuolo con una buona dose di serenità e carica. Il successo sul Bologna avvicina sensibilmente lo Scudetto, e con esso la fine dell’egemonia Juve, consentendo a proprietà e dirigenza di cominciare ad imbastire anche strategie future. La concentrazione sul campionato è massima ma diventa inevitabile ragionare sull’Inter che sarà.

Via Kolarov e Ranocchia?

L’idea nerazzurra è quella di lavorare su due fronti importanti. In avanti ci sarà bisogno, con tre competizioni, di un attaccante che possa aiutare Lautaro, Lukaku e Sanchez, mentre in difesa andranno allungate le rotazioni cercando di migliorare soprattutto la panchina. Se a destra con Hakimi e Darmian l’Inter è coperta come esterni, a sinistra potrebbe esserci l’innesto di una nuova pedina (Emerson Palmieri nel mirino), ma è soprattutto nella zona centrale di difesa dove si lavorerà sodo. Ranocchia e Kolarov, in scadenza, non dovrebbero rinnovare il contratto, così l’Inter avrà spazio salariale per lavorare ad un innesto. Per l’ex Bari sarebbe una svolta epocale considerando i 10 anni di militanza nell’Inter, con due parentesi alla Samp e all’Hull City. Il serbo invece avrebbe una clausola di rinnovo nel contratto ala raggiungimento di 20 presenze, ma per il momento è fermo a 12 e difficilmente completerà l’opera. Su di lui ci sarebbe l’interessamento del Bologna.

Dentro Maksimovic?

 

C’è un difensore in scadenza di contratto che potrebbe fare molto comodo all’Inter, per la classica operazione a parametro zero di Beppe Marotta. Nikola Maksimovic non rinnoverà con il Napoli il suo contratto in scadenza a giugno, per cui sul tavolo del suo agente Fali Ramadani, lo stesso di Handanovic, stanno fioccando offerte. C’è un interessamento della Roma ma uno molto concreto dell’Inter, anche grazie ai buoni rapporti con l’agente, per quello che potrebbe essere un matrimonio a giugno tra il serbo classe 1991 e i colori nerazzurri. Servirebbe un ritocco all’attuale ingaggio di Maksimovic e arrivare a circa 2.5 milioni di euro e c’è una buona base per trattare. Lui è pronto a cambiare aria e l’Inter presenterebbe un progetto vincente. Se son rose fioriranno.

Lukaku sbanca Bologna, 0-1 e fuga Inter