Eriksen
Eriksen

Reggio Emilia, 28 novembre 2020 - "Se Eriksen a gennaio avrà giocato poco, sarà il primo a chiedere il trasferimentoo. Dobbiamo farlo senza assoluta polemica da una parte e dall'altra, semplicemente considerandola un'operazione di mercato positiva che non è stata funzionale fino in fondo per quella che è un'esigenza tecnico-tattica". La cessione di Christian Eriksen durante la finestra invernale di mercato ha sempre più possibilità di trasformarsi da semplice ipotesi a realtà. Non è un mistero infatti che l'ex Tottenham sia infelice in nerazzurro, alla luce della poca considerazione di Antonio Conte nei suoi confronti. Le caratteristiche del calciatore evidentemente si sposano male con il vestito tattico dell'Inter del tecnico salentino. 

"Giusto che scelga Conte"

In questa annata, il danese ha collezionato otto presenze, con solo 305 minuti giocati: troppo poco per il classe '92 per dire di ritenersi soddisfatto. "Capita, e la storia del calcio è piena di questi casi, dove ci sono calciatori che non risultano poi funzionali a una linea guida nel sistema di gioco - sottolinea Beppe Marotta - Questo spetta all'allenatore valutarlo. Noi a gennaio scorso abbiamo colto un'opportunità di mercato, l'abbiamo acquistato a 20 milioni e per tutti è un ottimo giocatore. Poi esistono delle difficoltà, ma l'allenatore ha il diritto e il dovere di scegliere gli 11 che gli danno maggiori garanzie. Idee per la sostituzione? Si studiano sempre delle opportunità, non è facile trovare soluzioni che facciano al caso nostro". 

Leggi anche: Serie A, le partite del sabato