Inter fuori dalla Champions (Ansa)
Inter fuori dalla Champions (Ansa)

Milano, 10 dicembre 2019 – Altra catastrofe sportiva per l’Inter in Champions League. La squadra di Antonio Conte è stata battuta due a uno al Meazza dal Barcellona (in versione B) ed è fuori dalla coppa dalle grande orecchie. Nerazzurri subito in svantaggio per via del gol di Perez, pareggia Lukaku che poi si divora il vantaggio, alla fine punisce il giovane Ansu Fati. Ora sarà Europa League.

Inter-Barcellona 1-2, rivivi la diretta

APRE PEREZ - San Siro agghindato a festa: 72mila spettatori, record assoluto di incasso per un evento sportivo in Italia. Conte sceglie Borja Valero in mediana, esterni D’Ambrosio e Biraghi. Barcellona con Griezmann e Perez punte, Suarez in panchina. Parte molto forte l’Inter che costruisce due ghiotte palle gol: al 5’ Borja Valero pesca in area D’Ambrosio, diagonale alle stelle, al 10’ Vecino trova Lukaku, finta di destro e conclusione col sinistro murata sul più bello da Langlet. Al 19’ altra occasione, Lautaro conquista palla sulla trequarti e serve Lukaku che apre per Biraghi, Neto para il diagonale mancino dell’ex Fiorentina. Non avendo concretizzato, i nerazzurri pagano subito dazio al 23’: palla filtrante di Griezmann, Godin va in anticipo su Vidal e serve involontariamente Perez, 0-1. L’Inter è scossa, rischia di subire il raddoppio poco dopo, ma Langlet spara a lato un rigore in movimento. Passata la paura, gli uomini di Conte reagiscono, prima con un sinistro di Lautaro parato da Neto e poi con una zuccata alta di D’Ambrosio. Ma al 44’ arriva il pari, Lautaro difende una gran palla al limite dell’area e lascia a Lukaku che segna col sinistro. Al riposo è 1-1, stesso identico risultato dell’Iduna Park tra Dortmund e Slavia.

LUKAKU SPRECA - Avvio equilibrato nel secondo tempo, meno spettacolo e meno occasioni ma più agonismo. Si registra un diagonale di Griezmann al 58’ parato da Handanovic. La vera occasione ce l’ha però Lukaku, il belga si fa largo in area su Todibo ma spara addosso a Neto da due passi. L’Inter si pentirà amaramente di questa chance non sfruttata. Valverde inserisce Suarez e De Jong, Conte risponde con Lazaro, Politano ed Esposito per cercare di vincere, ma si espone alla ripartenza del Barcellona che spreca un contropiede quattro contro tre abbastanza facile. I nerazzurri vanno anche in gol due volte con Lautaro Martinez, il primo su splendido assist di Godin, il secondo su tiro ribattuto di Politano, ma in entrambe le occasioni è fuorigioco. A cinque dalla fine Valverde inserisce il baby fenomeno Ansu Fati, in gol a 16 anni in Liga, e subito il neo entrato punisce l’Inter con un destro preciso da fuori: a 17 anni è il gol più giovane in Champions. Il Dortmund è avanti con lo Slavia e per l’Inter è notte fonda a pochi giri di lancette dal termine. Gelo su San Siro, non c’è più tempo per recuperare: i nerazzurri sono ancora una volta fuori dagli ottavi, esattamente come un anno fa. Altra amarezza per lo splendido pubblico del Meazza, altra delusione per Conte in Champions League.

Il tabellone della Champions League 2019: gironi, risultati e classifiche

Tabellino

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; D'Ambrosio (30' st Politano), Vecino, Brozovic, Borja Valero (32' sv Esposito), Biraghi (24' st Lazaro); Lukaku, Lautaro (27 Padelli, 21 Dimarco, 87 Candreva, 95 Bastoni) All. Conte.

Barcellona (3-5-2): Neto; Todibo, Umtiti, Lenglet; Wague , Vidal, Rakitic (18' st De Jong), Alena, Junior Firpo; Griezmann (17' st Suarez), Perez (39' st Fati) (1 Ter Stegen, 5 Sergio Busquets, 33 Araujo, 35 Morer) All. Valverde.

Arbitro: Kuipers (Olanda).

Reti: nel pt 23' Perez, 44' Lukaku, nel st 41' Fati  Recupero: 2' e 4'  Angoli: 4 a 3 per l'Inter  Ammoniti: Lenglet, Borja Valero, Junio Firpo, De Vrij, Godin per gioco falloso  Spettatori: 71.818.