Robert Kenedy (Ansa)
Robert Kenedy (Ansa)

Granada, 18 febbraio 2021 - Si complica nel giro di 2' il cammino in Europa League del Napoli, che tra il 19' e il 21' incassa le reti di Herrera e Kenedy che regalano al Granada la vittoria del primo round dei sedicesimi di finale. L'appuntamento per gli azzurri per cercare di ribaltare una situazione non semplice anche alla luce della grave emergenza infortuni che sta assillando Gennaro Gattuso è per giovedì 25 febbraio alle 18.55, quando allo Stadio Maradona servirà un'autentica impresa per staccare il pass per gli ottavi.

Il primo tempo

Il primo guizzo è di marca azzurra: è il 7' ed Elmas, dagli sviluppi di un corner, non va lontano dal bersaglio grosso con un destro al volo. La replica del Granada arriva al 16', quando Foulquier si sbarazza di Maksimovic con un bel sombrero e serve Molina: la difesa azzurra fatica non poco a sventare il pericolo. La pressione dei padroni di casa cresce e al 19' porta al gol del vantaggio firmato da Herrera, che riceve da Kenedy dopo una trama nata da un calcio d'angolo: Di Lorenzo è preso di sorpresa e così il venezuelano può realizzare facilmente il tap-in. Passano appena due giri di lancette e il Granada raddoppia proprio con il centrocampista brasiliano che, a conclusione di una ripartenza nata da una palla persa da Politano, con un mancino a incrociare fredda Meret. Il Napoli cerca di reagire al 28' con il solito Elmas, che però ancora una volta non riesce a impensierire Rui Silva. Poco dopo a provarci è Mario Rui ma l'esito è il medesimo, a testimonianza di una prima frazione molto deludente da parte dell'intera banda Gattuso.

Il secondo tempo

Gattuso prova a cambiare qualcosa inserendo al rientro dall'intervallo Zielinski per Politano: al 59' il polacco cerca di ripagare la fiducia del suo allenatore con un destro dal limite che però termina alto. L'altra mossa di Ringhio è Bakayoko per un deludente Lobotka: l'unico sussulto a stretto giro di posta arriva al 71', quando Rrahmani svetta su un corner di Mario Rui e di testa sfiora il bersaglio. In pieno recupero il Granada torna pericoloso con Herrera, che stavolta vede il suo tentativo respinto da Meret, che evita così al Napoli un passivo che avrebbe reso la gara di ritorno ancora più difficile di quanto non lo sia già adesso alla luce del pesante 2-0 maturato in Andalusia.

Leggi anche - Europa League, Braga-Roma 0-2