Lazio, occasione vetta (Ansa)
Lazio, occasione vetta (Ansa)

Genova, 23 febbraio 2020 – La Lazio risponde alla Juventus e tiene invariate le distanze in classifica per la corsa Scudetto. I biancocelesti tornano a meno uno dal primo posto, battendo il Genoa 3-2 a Marassi. Una partita dispendiosa e intensa, aperta fino alla fine. Decidono Marusic, Immobile e Cataldi. Per i rossoblu in gol Cassata e Criscito su rigore. 

Genoa-Lazio 2-3, rivivi la diretta

Serie A, risultati di oggi

PRIMO TEMPO – Parte subito forte la Lazio che al secondo minuto di gioco trova subito la rete del vantaggio. Radu sventaglia dalla sua metà campo per Marusic, che scambia con Caicedo e si invola verso la porta resistendo di forza a Soumaoro e Masiello, e insacca alle spalle di Perin. Al 14esimo i biancocelesti hanno l’occasione per raddoppiare. Leiva imbuca per Caicedo, che si ritrova davanti a Perin, stavolta ben posizionato sul suo palo. Al 26esimo il Genoa reagisce e ha l’occasione per pareggiarla. Punizione di Schone e stacco di testa di Favilli, col pallone che colpisce il palo graziando la Lazio.

SECONDO TEMPO – Ma se la prima frazione non regala grandissime emozioni, la seconda è senza dubbio divertente e ricca di capovolgimenti di fronte. Al 48esimo una doppia occasione per la Lazio, prima con un tiro al volo di Immobile, poi con un piazzato di Luis Alberto che sfiora il palo. Il gol del raddoppio però, arriva il 51esimo. Immobile recupera in area un pallone gestito da Caicedo e sporcato da Biraschi, poi con la solita lucidità piazza il pallone alle spalle di Perin. Il doppio vantaggio però dura poco, perchè al 57esimo Cassata caccia fuori dal cilindro un tiro a giro dal limite che beffa Strakosha terminando sotto l’incrocio. Inzaghi decide di inserire Correa, Lazzari e Cataldi senza stravolgere la squadra, Nicola invece ci prova con Iago e Pandev, sbilanciandosi in avanti. Al 71esimo Luis Alberto si procura una punizione al limite dell’area che Cataldi trasforma con Perin immobile a guardare. Sembra il colpo del KO, ma il Genoa reagisce ancora e al 90esimo la riapre con Criscito su rigore, dopo un fallo di mano di Lazzari in area. I 5 minuti di recupero sono intensi per entrambe le squadre, ma alla fine la Lazio riesce a respingere l’assalto finale dei padroni di casa, portando a casa altri tre punti importanti per la lotta scudetto.



Serie A, la classifica

Tabellino

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Soumaoro, Masiello; Ankersen (13'st Iago Falque), Behrami, Schone, Cassata, Criscito; Sanabria (29'st Destro), Favilli (13'st Pandev). In panchina: Ichazo, Marchetti, Zapata, Barreca, Goldaniga, Jagiello, Eriksson, Rovella. Allenatore: Nicola. 

Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric, Vavro, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Leiva (9'st Cataldi), Luis Alberto, Jony (17'st Lazzari); Caicedo (9'st Correa), Immobile. In panchina: Guerrieri, Proto, Lukaku, Bastos, Parolo, Anderson, Acerbi, Adekanye, Minala. Allenatore: Inzaghi. 

Arbitro: Maresca di Napoli. 

Reti: 2'pt Marusic; 6'st Immobile, 12'st Cassata, 26'st Cataldi, 45'st Criscito (rig). Note: pomeriggio sereno, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Masiello, Soumaoro, Lucas Leiva e Strakosha. Angoli: 6-1. Recupero: 0', 5'.