Inter d'autorità a Frosinone
Inter d'autorità a Frosinone

Frosinone, 14 aprile 2019 – L’Inter passa a Frosinone per tre reti a una e consolida la sua terza piazza in campionato prima dello scontro diretto con la Roma. Apre Nainggolan, poi rigore di Perisic e tris di Vecino, in mezzo il momentaneo 1-2 di Cassata che aveva riaperto i giochi.

IL NINJA INCORNA - Spalletti sceglie ancora Icardi, alle sue spalle Borja Valero con Perisic e Politano larghi. Baroni va con l’ex di turno Pinamonti schierato in coppia con Ciofani. Buon avvio dell’Inter, già dopo pochi minuti il pressing rischia di far capitolare Sportiello su un rinvio errato. Il gol si annusa e arriva al 19’: cross perfetto di D’Ambrosio per la testa di Nainggolan che sigla lo 0-1. Reazione Frosinone, cross da sinistra Beghetto, testa di Paganini ma la palla sibila alta. Al 35’ la partita rischia di essere già finita, sugli sviluppi di un corner Chibsah è troppo aggressivo su Skriniar, per Massa è rigore: Icardi lascia a Perisic che trasforma lo 0-2. Al 41’ Politano potrebbe siglare il tris, ma Sportiello gli sbarra la porta. Inter in controllo all’intervallo.

CHIUDE VECINO - Nella ripresa l’Inter comincia ad amministrare i ritmi cercando con il possesso di addormentare la gara, il Frosinone dall’altra parte prova a sfruttare qualche palla alta per Ciofani senza trovare la porta. Ma a metà ripresa i nerazzurri si rilassano troppo e allora su un rinvio sbagliato di Borja Valero Cassata infila il destro che Handanovic riesce solo a toccare: 1-2. Baroni fiuta il sangue e tenta la carta Ciano che al 69’ sfiora l’eurogol su punizione. Spalletti reagisce togliendo uno spento Perisic – nonostante il gol – per inserire la velocità di Keita Balde. Al 72’ abdica Borja Valero per problema muscolare, dentro Gagliardini. Gli ospiti potrebbero chiudere i conti a 5 dalla fine, dopo una mischia furibonda sbuca Icardi ma Sportiello fa ancora buona guardia in uscita. Un minuto dopo ancora Icardi si divora il tris su centro di Keita, l’argentino ci mette la testa da due passi ma non trova la porta. Il Frosinone si sbilancia e allora al terzo di recupero l’Inter chiude davvero i conti, quattro passaggi in ripartenza per mettere Vecino in porta: 1-3. Gli uomini di Spalletti vincono e vanno a più 5 sul Milan e più 6 sulla Roma. Nel prossimo weekend sfida ai giallorossi di Ranieri.