Joachim Low
Joachim Low

Roma, 27 maggio 2021 - Scrivi Germania e scrivi vittoria (male che vada brillante piazzamento): con il Brasile e l’Italia è tra i grandissimi del calcio mondiale. È stata trascinata alla fase finale di Uefa Euro 2020 da Serge Gnabry, autore di 8 reti. I tedeschi sono guidati dalla panchina da Joachim Löw, commissario tecnico dal 2006, l’uomo del trionfo nella Coppa del Mondo Fifa 2014. Dopo questi Europei, Low sarà rilevato da Flick. La Germania ha tre titoli continentali in bacheca: 1972, 1980 e 1996; a Uefa Euro 2016 fu eliminata in semifinale, sconfitta con il punteggio di 2-0 dalla Francia.

Low ha pre-convocato i seguenti calciatori: portieri Manuel Neuer (Bayern), Bernd Leno (Arsenal), Kevin Trapp (Eintracht Francoforte); difensori Lukas Klostermann (Lipsia), Mats Hummels (Borussia Dortmund), Robin Koch (Leeds), Matthias Ginter (Borussia M’gladbach), Niklas Süle (Bayern), Antonio Rüdiger (Chelsea), Christian Günter (Freiburgo), Robin Gosens (Atalanta), Marcel Halstenberg (Lipsia); centrocampisti/attaccanti Joshua Kimmich (Bayern), Leon Goretzka (Bayern), Emre Can (Borussia Dortmund), Toni Kroos (Real Madrid), Ilkay Gündogan (Manchester City), Florian Neuhaus (Borussia M’gladbach), Jonas Hofmann (M’gladbach), Thomas Müller (Bayern), Jamal Musiala (Bayern), Leroy Sané (Bayern), Serge Gnabry (Bayern), Kai Havertz (Chelsea), Timo Werner (Chelsea) e Kevin Volland (Monaco).

Il giocatore chiave è Toni Kroos, uno dei pochi veterani del 2014 rimasto in una compagine giovane, un centrocampista eccezionale che detta il ritmo delle transizioni tedesche. L’osservato speciale è Kai Havertz, stella del Leverkusen, 22 anni, con superba visione di gioco e calma sotto pressione. La tendenza a giostrare tra le linee lo rende perfetto per la squadra di Löw. La Germania partecipa agli Europei per la 13esima volta consecutiva. È mancata alla fase finale (come Germania Ovest) solo nel 1968, al primo tentativo. Tre volte trionfatrice della manifestazione e tre volte seconda classificata, la Germania è sempre arrivata almeno in semifinale dal 2004, quando non superò la fase a gironi.

Con tre titoli europei, detiene il record con la terribile Spagna degli anni Duemila. La Germania è arrivata in semifinale anche a Uefa Euro 2016: gli allora campioni del mondo erano arrivati primi nel girone e avevano superato Slovacchia (3-0) e Italia (1-1, 6-5 dcr) nella fase a eliminazione diretta. Nelle qualificazioni a Uefa Euro 2020, la formazione di Löw ha vinto sette partite su otto. L’unica sconfitta è stata quella in casa contro l’Olanda del 6 settembre 2019 (4-2). Il girone si è concluso con quattro vittorie e 15 gol segnati. La Germania è alla 26° partecipazione consecutiva alla fase finale dei Mondiali e degli Europei. I teutonici hanno vinto due partite su due alla Football Arena Munich ai Mondiali del 2006, battendo la Costa Rica per 4-2 nella fase a gironi e la Svezia per 2-0 agli ottavi di finale. A Monaco ha anche vinto la Coppa del Mondo nel 1974 grazie a un 2-1 sull’Olanda in finale: è stata l'unica gara disputata in Baviera in quel torneo.

Gianluca Barni