Bale e Kjaer saranno protagonisti domani di Galles-Danimarca
Bale e Kjaer saranno protagonisti domani di Galles-Danimarca

Amsterdam, 25 giugno 2021 - E' la sfida tra le squadre che non ti aspetti. Tra outsider e sorprese di Euro 2020. Galles e Danimarca (la seconda del girone A contro la seconda del girone B) inaugurano sabato, alle 18, gli ottavi di finale di Euro 2020. Si gioca alla Johann Cruijff Arena di Amsterdam. Vista sui quarti di finale della competizione, con un tabellone non impossibile. Chi vincerà, infatti, si troverà davanti una tra Olanda e Repubblica Ceca e, in semifinale, presumibilmente una tra Inghilterra e Germania. Insomma, un percorso non facile ma certamente non impossibile. Belgio, Francia, Italia, Croazia e Spagna sono tutte collocate dall'altra parte del tabellone e un eventuale incrocio è previsto solo in caso di finalissima.   

Bale pronto a trascinare ancora il Galles 

Una sfida sulla carta equilibrata tra due squadre che sognano di rinverdire fasti più o meno passati. Più recenti quelli del Galles che spera di replicare il percorso che lo portò contro ogni previsione fino alla semifinale agli Europei del 2016 quando la squadra, trascinata da Gareth Bale, si arrese solo al Portogallo di Cristiano Ronaldo futuro campione. A distanza di cinque anni è ancora l'ala 31 enne a suonare la carica: “Quella di domani è una grande sfida - dice nella conferenza della vigilia -. La Danimarca è una squadra organizzata, con diversi buoni giocatori”. Ma quando si fa il paragone con il torneo di cinque anni fa il gallese sposta il tiro e mira basso: “Non pensiamo a raggiungere quello che abbiamo fatto cinque anni fa, pensiamo solo a battere la Danimarca”. Le motivazioni non possono mancare: “Se non siamo entusiasti di giocare queste partite - osserva quasi sorpreso dalla domanda - sarebbe meglio non stare qui. Sarà molto dura, ma penso che possiamo vincere nonostante il 99% del pubblico sostenga la Danimarca. Ci danno sempre l'etichetta di squadra debole, ci siamo abituati. Contro la Turchia abbiamo giocato contro 18.000 tifosi, so che anche questa volta lotteremo fino alla fine”. Sulle voci circa un suo possibile addio alla nazionale dopo gli Europei Bale glissa: “Non giocherò come se fosse la mia ultima partita con il Galles. Il mio pensiero ora è arrivare ai quarti di finale. Poi si vedrà”.

"Se la Danimarca è agli ottavi c'è un motivo. Abbiamo guardato alcune delle loro partite: il Belgio ha dovuto cambiare le cose nel secondo tempo per andare in vantaggio contro di loro - ha detto Robert Page, commissario tecnico del Galles in conferenza stampa - Ovviamente questo è il momento clou, l'apice della mia carriera fino ad ora. Allenare la nazionale è una sfida che mi piace e mi diverte. Non è una responsabilità, è un onore assoluto essere qui".

La Danimarca sogna il 'miracolo' del 1992

La squadra danese, dal canto suo, sogna di ripetere il percorso che da autentica outsider, ripescata solo dopo l'estromissione della Jugoslavia dal torneo, la portò sul tetto d'Europa nel 1992. Era la Danimarca di Brian Laudrup, capitan Olsen e papà Schmeichel. Il caso vuole che il giorno della finale con la Germania (2-0 il risultato finale quella sera a Goteborg) fosse proprio il 26 giugno. Ventinove anni dopo gli eredi di quella squadra cercano il pass per i quarti di finale. La Danimarca non raggiunge i quarti del torneo continentale dal 2004 e l'entusiasmo a Copenaghen è alle stelle come dimostra l'installazione di un doppio maxischermo in città per consentire ai tifosi di aggregarsi. "Ho grande rispetto per il Galles e per tutto ciò che hanno fatto fin qui. Tutto il Paese supporta la sua nazionale al 100% e i giocatori lavorano l'uno per l'altro - ha detto il commissario tecnico Kasper Hjulmand - Abbiamo grandi aspettative per questa sfida". 

Sarebbe stata la partita di Christian Eriksen, il centrocampista danese dell'Inter che su quel campo con la maglia dei lancieri dell'Ajax si è consacrato ad alti livelli vincendo tre titoli in Eredivisie. Eriksen la guarderà in tv anche se nei giorni scorsi non ha fatto mancare la sua carica ai compagni. “Penso che la cosa più importante per noi - ha raccontato oggi Kasper Schmeichel in una intervista alla Cnn - fosse sapere che Christian stava bene. È stato bello vederlo, è venuto al campo quando è uscito dall'ospedale e questo ha aiutato molto i ragazzi a cancellare l'ultima immagine che avevano di lui. Abbiamo giocato sollevati, liberi”.

Allarme in Olanda per la variante Delta

Il pubblico rischia di essere un fattore: non ci sarà quello gallese dal momento che è proibito l'accesso in Olanda da paesi extra Ue. Logico attendersi un'Amsterdam Arena a tinte biancorosse di Danimarca. Ma le autorità olandesi sono in allerta: crescono i casi di variante Delta tra i tifosi che hanno assistito alle partite della Danimarca a Copenaghen  (contro Belgio e Russia), un appello a fare tamponi è stato lanciato a chi era allo stadio, e il timore di un passaggio di contagio ad Amsterdam è alto.

Arbitro della gara e Var

Daniel Siebert arbitrerà l'ottavo di finale fra Galles e Danimarca. Un solo precedente vittorioso col Galles. Dieci i precedenti: Danimarca avanti 6-4. Il giudice di gara tedesco sarà assistito dai connazionali Jan Seidel e Rafael Foltyn. IV uomo sarà il rumeno Ovidiu Hategan. Al Var ci sarà il tedesco Bastian Dankert, mentre gli altri tre tedeschi Christian Dingert, Christian Gittelmann e Marco Fritz saranno gli Avar.

Le ultime dai campi

Sul fronte delle formazioni la Danimarca tira un sospiro di sollievo per Kjaer uscito malconcio dalla gara con la Russia: il difensore del Milan ci sarà. Kasper Hjulmand dovrebbe confermare in blocco la squadra che ha battuto la Russia con davanti Braithwaite e Damsgaard a supporto di Poulsen. Il Galles risponde col suo tridente offensivo composto da Bale, Moore e James. Non ci sarà Ampadu, espulso contro l'Italia e squalificato per un turno. In attacco il tridente offensivo con Moore che torna dal 1' e Bale e James sugli esterni. 

Probabili formazioni

GALLES (4-3-3): Ward; C. Roberts, Rodon, Mepham, B. Davies; Allen, Morrell, Ramsey; Bale, Moore, James. All. Page.

DANIMARCA (3-4-3): Schmeichel; Christensen, Kjaer, Vestergaard; Wass, Delaney, Højbjerg, Maehle; Braithwaite, Poulsen, Damsgaard. All. Hjulmand.