Nathan Akè e Ruud Gullit
Nathan Akè e Ruud Gullit

Il Tulipano nero. Anzi, i Tulipani neri. Volto uguale, acconciatura anche e sulle movenze in campo... idem come sopra. Nathan Akè e Ruud Gullit sono l'uno la fotocopia dell'altro. Padre e figlio, si dirà. Invece no. Il primo, 26 anni, figlio di padre ivoriano e madre olandese. Il secondo, 58 anni, con padre del Suriname e madre di Amsterdam non sono parenti. Eppure la somiglianza è impressionante. Non solo la cascata di treccine, ma anche i lineamenti del viso: si rimane sorpresi quando leggendo la formazione della Nazionale olandese non si trova il cognome Gullit ma Akè. Già, perché Nathan Akè non solo gioca nella Nazionale orange come Gullit, ma anche ad altissimi livelli tanto da essersi meritato la convocazione per gli Europei. Ed essere titolare fisso. Allora osserviamolo in campo: tolte la padronanza della tecnica e una visione di gioco tattica notevoli, a colpire sono le movenze. Anche in questo Akè ricorda il Pallone d'oro 1987. E allora non rimane che augurare al "giovane Gullit" di conseguire gli stessi successi dell'originale.