Portogallo-Italia (Ansa)
Portogallo-Italia (Ansa)

 

Lubiana, 31 maggio 2021 - Servono 120' e soprattutto 8 reti per dirimere la contesa tra Portogallo e Italia negli Europei Under-21: a spuntarla sono i lusitani, a segno due volte con Dany Mota e poi con Goncalo Ramos nei tempi regolamentari. Nei 90' sono 3 anche i gol degli azzurrini, che rimontano con Pobega, Scamacca e Cutrone. La contesa arriva così ai supplementari, dove l'unico cambiamento sul tabellino dei ragazzi di Nicolato è il doppio giallo comminato a Lovato. Sulla sponda portoghese invece arrivano altri 2 gol, firmati da Jota e Conceicao, che spediscono la Nazionale allenata da Rui Jorge dritta in semifinale, dove dovrà vedersela con i pari età della Spagna, che nel pomeriggio aveva liquidato la pratica Croazia sempre dopo 120' di gioco.

Primo tempo

 Il Portogallo parte meglio e al 6' servono i riflessi di Carnesecchi per respingere in corner il potente destro di Vitinha: della battuta se ne incarica Fabio Vieira, che pesca Dany Mota, che con una rovesciata porta in vantaggio la sua Nazionale. L'Italia accusa il colpo ma lentamente prova a reagire: al 24' si fa vedere Pobega con una rasoiata mancina che non termina fuori di molto. E' invece ancora letale Dany Mota da corner: al 31' il numero 11 raddoppia con un sinistro sotto la traversa dopo aver ricevuto la sponda di Daniel Braganca e aver eluso la marcatura di Bellanova. La botta è tremenda per gli azzurrini, che cercano di reagire con Raspadori (la difesa lusitana mura la sua conclusione) e lo stesso Bellanova che, servito da Frattesi, da ottima posizione spedisce la sfera alle stelle. A ridosso del duplice fischio i calci d'angolo diventano improvvisamente alleati dell'Italia, che accorcia le distanze con l'inserimento di Pobega su suggerimento di Rovella.

Secondo tempo

 Gli azzurrini insistono all'alba della ripresa con Sala, che scende a sinistra e trova in area Frattesi, che di testa impegna un reattivo Diogo Costa. Dal possibile pareggio al tris incassato: è ciò che accade al 58', quando Goncalo Ramos ristabilisce le distanze con un destro a incrociare al volo dopo la sponda aerea di Diogo Queiros che non lascia scampo a Carnesecchi. Neanche il tempo di festeggiare che il Portogallo rivede l'Italia rifarsi sotto: a segnare è Scamacca, che con un tap-in facile facile capitalizza il suggerimento rasoterra di Frattesi. Gli azzurrini tornano a crederci ma si espongono alle folate offensive dei lusitani, sempre pericolosi da corner: al 68' solo un intervento miracoloso di Ranieri sulla linea cancella la rete a Diogo Queiros, che era andato di testa a colpo sicuro dopo un'uscita a vuoto di Carnesecchi. Quest'ultimo si riscatta all'83' sulla botta dalla distanza del neo entrato Jota. Sul ribaltamento si fa vedere un altro volto nuovo, Sottil, che tira da posizione defilata: Diogo Costa è attento ma nulla può all'89' sull'esterno al volo del neo entrato Cutrone, servito proprio da Sottil.

Tempi supplementari

 L'extratime comincia col piede sbagliato per l'Italia, che perde Lovato per doppio giallo. La Nazionale di Nicolato non si scompone e al 98' torna pericolosa con Cutrone: stavolta Diogo Costa si salva. Il Portogallo cresce col passare dei minuti e prima sfiora il gol al 108' con Leao (bravo Carnesecchi in uscita bassa) e poi lo trova un minuto dopo con Jota, che dialoga con Romario Barò e con un rasoterra da posizione defilata firma il punto del 4-3. Il nuovo vantaggio lusitano traballa già al 111', quando Zappa trova Cutrone, che dal cuore dell'area, con una girata al volo va a un soffio dal pareggio. Pareggio che non arriva, mentre in compenso il Portogallo chiude i giochi con Conceicao, che rifinisce un contropiede da lui stesso creato sulla corsia destra.

Leggi anche - Euro 2021, ecco l'Italia di Mancini