Christian Eriksen a Milano per le visite mediche (Ansa)
Christian Eriksen a Milano per le visite mediche (Ansa)

Milano, 27 gennaio 2020 - Christian Eriksen è ormai prossimo a diventare un calciatore dell'Inter. Manca solo l'ufficialità, che tuttavia rappresenta un mero dettaglio. Già, perché il danese è sbarcato stamani a Milano per sottoporsi alle visite mediche di rito presso la clinica dell'Humanitas e poi recarsi al Coni per l'idoneità sportiva, dove ad accoglierlo c'erano un centinaio di tifosi. Entusiasmo alle stelle per il classe '92, pronto a legarsi alla società nerazzurra con un contratto da quattro anni e mezzo a dieci milioni a stagione. Un investimento importante quello della Beneamata, che verserà nelle casse del Tottenham 20 milioni di euro. 

Soddisfatte le richieste degli Spurs e quelle di Antonio Conte, che adesso avrà a disposizione un uomo in più a centrocampo. Ma Eriksen rinforza l'Inter non solo dal punto di vista numerico, ma anche da quello qualitativo. Basti pensare che dal suo sbarco in Inghilterra (risalente al 2013), l'ex Ajax è il giocatore con il numero più alto di passaggi chiave in Premier League (570). Poi ci sono i gol e gli assist, rispettivamente 106 e 154 nelle 476 presenze collezionate fra club e Nazionale. Numeri da sballo, che rendono bene l'idea della portata del colpo messo a segno dall'Inter, che con questo acquisto lancia un chiaro messaggio alla Juventus in ottica Scudetto. 

Ma nel 3-5-2 di Conte, dove verrà posizionato Eriksen? Non prevedendo questo assetto tattico la presenza di un trequartista, il danese agirà qualche metro più indietro, ossia da mezzala. Da capire se sarà Sensi o Barella a fargli posto, anche se la logica porta a pensare che toccherà più frequentemente al primo. Il debutto del nuovo talento nerazzurro dovrebbe avvenire domenica prossima a Udine, dato che difficilmente potrà essere lanciato già mercoledì nel quarto di finale di Coppa Italia contro la Fiorentina.