Paulo Dybala
Paulo Dybala

Torino, 2 maggio 2020 - In attesa di capire se sia guarito o meno dal Coronavirus (le voci provenienti dalla Spagna riguardanti un quarto tampone negativo sono state smentite dalla fidanzata Oriana Sabatini), Paulo Dybala ha deciso di scendere in campo contro l'epidemia. L'argentino, grande appassionato di maglie da calcio come ha avuto di raccontare in queste settimane, ha messo all'asta quella indossata contro l'Inter, nell'ultimo match disputato prima dello stop della stagione. Una casacca importante quella, con la quale ha siglato un gol, oltre che bello, anche decisivo per mettere in cassaforte il successo contro i rivali nerazzurri. 

Il ricavato dell'asta, come spiegato dal numero 10 bianconero, sarà totalmente devoluto in beneficienza all'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, una delle zone più colpite dal Covid-19. "In questo momento difficile volevo donare la mia maglia usata nell'ultima gara giocata contro l'Inter, una partita ovviamente molto importante per me, per il gol segnato e per come è arrivato - il messaggio dell'ex Palermo su Instagram - Spero sia molto utile perché, tutto quello che si raggiungerà grazie a questa maglia, ho deciso di donarlo all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Mi auguro possa essere d'aiuto per tutte le persone che hanno bisogno e mando a tutti un forte abbraccio". 

L'iniziativa di Dybala rientra fa parte di #TheBiggestGame, la raccolta benefica organizzata da Shirtum, piattaforma online che permette di fare la propria offerta e donare il ricavato per la lotta contro il Coronavirus. Un gesto, quello dello juventino, particolarmente apprezzato dal Papu Gomez, che sui social lo ha ringraziato: "Grazie amico per la tua umiltà e disponibilità". L'argentino dell'Atalanta a sua volta ha messo in palio la sua maglia per dare all'Ospedale di Bergamo, proprio come altri suoi compagni di squadra, vedi Caldara, De Roon e Ilicic.