Paulo Dybala
Paulo Dybala

Torino, 7 giugno 2020 - Se c'è un giocatore della Juventus che sa come far male al Milan, prossima rivale della Vecchia Signora in Coppa Italia, questo è Paulo Dybala. Nove i gol messi a segno contro i rossoneri dalla Joya, l'ultimo dei quali risalente allo scorso ottobre, in occasione della sfida del girone d'andata di campionato. Una perla di rara bellezza e importanza, visto il risultato finale (1-0 per i bianconeri). Ma quella non si è trattata dell'unica volta in cui a mandare k.o. il Diavolo ci ha pensato direttamente il classe '93. Basti pensare al rigore realizzato al 96' nel match del marzo 2017 e decisivo per il 2-1 conclusivo, oppure al diagonale mancino a firmare il successo per 1-0 dell'ottobre 2015. 

Insomma, quando Dybala vede il Milan si esalta, anche se non sempre. I rossoneri infatti rievocano pure brutti ricordi nella mente del numero 10 bianconero, autore di uno degli errori decisivi dal dischetto nella finale di Supercoppa Italiana a Doha nel 2016 poi vinta dai rossoneri. L'auspicio di Maurizio Sarri e di tutto il popolo juventino è che l'ex Palermo possa mettere il proprio zampino in segno positivo nella semifinale di ritorno in programma venerdì prossimo all'Allianz Stadium. Il talento sudamericano sarà certamente fra i titolari, al centro di quell'attacco composto inoltre da Cristiano Ronaldo e Douglas Costa, e nel ruolo di finto nove, o falso nueve che dir si voglia. 

Un appuntamento per il quale Dybala si sente pronto e che rappresenterà per lui un momento speciale, alla luce delle settimane difficili che è stato costretto ad affrontare. "Si avevo il Coronavirus, ma ora mi sento molto meglio. Non sono al cento per cento, ma sto abbastanza bene - ha raccontato il giocatore nell’intervista rilasciata dopo aver sfidato a FIFA 20 Dele Alli nel torneo virtuale di beneficenza organizzato da Gamers Without Borders - Noi della Juventus siano tornati ad allenarci, il calcio sta tornando. Presto faremo ciò che amiamo di più. Spero che possiamo divertirci e far divertire. Penso che sarà utile perché avremo molte partite di consecutive e persone come noi che adorano questo sport meraviglioso avranno la possibilità di guardare una partita diversa ogni giorno".