Il rigore di Cristiano Ronaldo (Ansa)
Il rigore di Cristiano Ronaldo (Ansa)

Milano, 13 febbraio 2020 - Cristiano Ronaldo salva la Juventus nella semifinale d'andata di Coppa Italia in casa del Milan. A San Siro finisce 1-1. Rebic sblocca il risultato nella ripresa, poi negli ultimi venti minuti i rossoneri devono giocare in inferiorità numerica per l'espulsione di Theo Hernandez. Il Diavolo resiste fino al 90', quando CR7 castiga Donnarumma dagli undici metri (penalty decretato per tocco di mano in area di Calabria su rovesciata del portoghese). Il prossimo 4 marzo (Milan senza lo squalificato Ibrahimovic) a Torino si deciderà chi sarà la finalista. 

LA CRONACA - Stefano Pioli conferma per dieci undicesimi la formazione vista nel derby: l'unico cambio è quello fra Conti a Calabria. Maurizio Sarri invece torna ad affidarsi in porta a Buffon e in attacco a Dybala, con Cuadrado avanzato nel terzetto offensivo. L'inizio è decisamente di marca rossonera, con Ibra e Kessie che per primi si fanno vedere dalle parti di Buffon. Il numero 77 deve sporcarsi i guantoni al 5' sul tiro da lontano di Rebic. Il Diavolo è aggressivo e al 22' serve un grande intervento su Calabria del portiere della Juve. 

La Vecchia Signora è inconcludente, nonostante il possesso palla maggiore. Per vedere il primo tentativo degno di nota degli ospiti bisogna attendere il 36', quando Donnarumma è bravo a dire di no al destro velenoso di Cuadrado. Altre grosse emozioni prima dell'intervallo non ce ne sono, se non le ammonizioni pesantissime di Ibrahimovic e Theo Hernandez, entrambi diffidati. 

La ripresa si apre come il primo tempo, ossia con il Milan pericoloso nei pressi della porta ospite. Rebic si invola verso Buffon, che tuttavia gli mura lo specchio, salvando ancora una volta i suoi. La partita resta maschia ed estremamente equilibrata. I ragazzi di mister Pioli tuttavia si fanno preferire e, fatta eccezione per un cross teso di De Sciglio, le chances migliori sono quelle dei padroni di casa. Ibrahimovic e Theo Hernandez impensieriscono Buffon, che non si fa sorprendere. L'estremo difensore bianconero non può invece nulla al 61' su Rebic, che devia in rete il cross di Calhanoglu, sul quale è sciagurata la copertura (o presunta tale) di De Sciglio. 

Sarri corre immediatamente ai ripari inserendo Higuain proprio al posto del terzino ex Milan. La gara vive un'altra svolta al 71', nel momento del secondo giallo per Theo Hernandez. Madama non sembra approfittarne e invece all'89' l'arbitro Valeri fischia un rigore in favore dei piemontesi per tocco di mano in area di Calabria. Ronaldo non dà scampo a Donnarumma, siglando un 1-1 che sorride decisamente più alla Juve. 

Tabellino

Milan (4-4-1-1): G.Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Castillejo (35'st Saelemakers), Kessie, Bennacer, Rebic (29'st Laxalt); Calhanoglu (41'st Paquetà); Ibrahimovic. In panchina: Begovic, A. Donnarumma, Musacchio, Brescianini, Gabbia, Maldini, Bonaventura, Leao. Allenatore: Pioli. 

Juventus (4-3-3): Buffon; De Sciglio (25'st Higuain), De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Ramsey (18'st Bentancur), Pjanic, Matuidi (28'st Rabiot); Cuadrado, Dybala, Ronaldo. In panchina: Szczesny, Pinsoglio, Danilo, Rugani, Coccolo, Wesley, Olivieri. Allenatore: Sarri 

Arbitro: Valeri di Roma
Reti: 16'st Rebic, 46'st Ronaldo (rig). 
Note - Espulso al 27'st Theo Hernandez per doppia ammonizione. Ammoniti: Ibrahimovic, Ramsey, Pioli, Kessie, Castillejo, Calabria. Angoli: 3-3. Recupero: 1'; 6'.