Gian Piero Gasperini (Ansa)
Gian Piero Gasperini (Ansa)

Bergamo, 23 febbraio 2021 - Piccoli accorgimenti, ma senza snaturare il proprio stile di gioco. È questo il mantra con il quale l'Atalanta si presenterà domani agli ottavi di finale di Champions League contro il Real Madrid. L'allenatore dei bergamaschi, Gian Piero Gasperini, si ha parlato in conferenza stampa e ha espresso le sue emozioni della vigilia.

Gasperini: "Il Real in Champions si trasforma"

Gasperini ha aperto la sua conferenza stampa con un'affermazione importante, che indica il tipo di partita che l'Atalanta disputerà domani sera: "Non possiamo snaturare le nostre caratteristiche e il nostro gioco. Queste ci hanno portato a giocarci la Champions League, per cui non le rinnegheremo. Ma effettueremo accorgimenti, che ci aiuteranno ad affrontare squadre forti come il Real Madrid".

I Blancos, oggi secondi in classifica nel campionato spagnolo, sono soliti trasformarsi quando giocano la massima competizione europea: "La partita che hanno disputato contro l'Inter è stata di grande personalità. Loro in Champions si trasformano". Gasperini non si fa ingannare dalle numerose assenze nelle fila dei rivali: "Avranno forse meno talento domani, ma ultimamente hanno mostrato di essere una squadra umile; e questa è una qualità in più".

Zinedine Zidane e la probabile formazione della Dea

Gasperini ha speso parole di elogio verso Zinedine Zidane, allenatore del Real: "Per fortuna rimarrà in panchina e non potrà giocare. Ricordo quando giocava nella Juventus e io ero nella Primavera, andavo a guardare i suoi allenamenti e gli ho visto fare cose che pochi al mondo hanno fatto. Da allenatore ha vinto molto fin da subito, conferma di essere un grande". Gasp ha parlato poco della formazione che scenderà domani in campo: "Gosens sta bene, Hateboer invece starà fuori. Per quanto riguarda gli altri, devo attendere la seduta di allenamento di oggi e poi tirerò le somme".

Leggi anche: Fausto Gresini è morto: "Due mesi di lotta al Covid"