Moise Kean in gol contro il Bologna (Ansa)
Moise Kean in gol contro il Bologna (Ansa)

Bologna, 12 gennaio 2019 - La Juve rispetta il pronostico e inizia il 2019 come aveva terminato il 2018, ovvero vincendo. I bianconeri battono 2-0 il Bologna e si qualificano ai quarti di finale grazie alle reti di Bernardeschi e Kean. Per Inzaghi e il Bologna buone notizie dai neo acquisti e dopo una prestazione del tutto dignitosa al cospetto dei campioni d’Italia.

Bologna-Juve 0-2, rivivi la diretta

Coppa Italia, il tabellone completo degli ottavi di finale

PATATRAC DA COSTA - Pippo Inzaghi sfodera l’argenteria, dentro i neo acquisti Sansone e Soriano, con il ritorno di Destro davanti. Allegri deve fare a meno di Mandzukic, in attacco Kean supportato da Bernardeschi e Douglas Costa. La Juve parte subito bene, già al quarto c’è una pericolosa girata di testa di Kean a lato. Ma al nono Da Costa e Calabresi combinano un clamoroso patatrac su una palla alta, Bernardeschi si avventa e di sinistro deposita in rete con la porta sguarnita: 0-1. Il Bologna prova a reagire, lo fa con la qualità degli uomini migliori, in particolare Sansone che dalla destra crea qualche apprensione. Al 22’ Bonucci rischia con un passaggio all’indietro che Szczesny raccoglie con le mani, per La Penna tutto regolare. Poco dopo Sansone pesca Svanberg a centro area, ma il sinistro dello svedese è totalmente ciccato. Dall’altra parte la Juve sfrutta la velocità di Douglas Costa, creando un paio di mischie che Bonucci non sfrutta. Nel finale di tempo, invece, su un cross di Mattiello la palla finisce sul secondo palo a Dijks, ma l’olandese calcia malissimo di destro sprecando il potenziale 1-1.

CHIUDE KEAN - Il Bologna volitivo del primo tempo, inizia la ripresa con la seconda doccia fredda. Bernardeschi in percussione trova Douglas Costa, il sinistro deviato da Helander finisce sui piedi di Kean per il più facile dei 2-0. I rossoblù però non demordono e provano a cercare la marcatura, trovando anche una manovra degna di nota e un coraggio che nel girone di andata non sempre si era visto. Ci possono essere segnali incoraggianti in ottica salvezza. Su un paio di palloni in area prima Destro viene murato su una girata interessante, mentre Sansone anticipato all’ultimo momento da Chiellini. Allegri va con la girandola di cambi, dentro anche Ronaldo che trova 25 minuti in ottica Supercoppa, nei rossoblù spazio a Donsah, Orsolini e Palacio. Non succedono particolari azioni degne di nota, la Juve amministra, i rossoblù cercano il gol della bandiera senza trovarlo. Allegri e i suoi passano ai quarti come da pronostico, Inzaghi trova invece confortanti indicazioni per i prossimi importanti match salvezza. Il 2019 si apre con l’ennesima vittoria per la Juve, ma il Bologna ha retto e si è mostrato maggiormente competitivo nella lotta per evitare la retrocessione.

Tabellino

Bologna (3-5-2): Da Costa, Calabresi, Danilo, Helander, Mattiello (24'st Orsolini), Svanberg (17'st Donsah), Pulgar, Soriano, Dijks, Destro (32'st Palacio), Sansone. (28 Skorupski, 99 Pirana, 25 Corbo, 3 Gonzalez, 4 De Maio, 15 Mbaye, 11 Krejci, Falcinelli, Okwonkwo). All.: F.Inzaghi. 

Juventus (4-3-3): Szczesny, De Sciglio, Chiellini, Bonucci, Spinazzola (34'st Alex Sandro), Can, Pjanic, Khedira, Bernardeschi, Kean (17'st Ronaldo), Douglas Costa (32'st Dybala). (22 Perin, 21 Pinsoglio, 24 Rugani, 4 Benatia, 30 Bentancur, 14 Matuidi). All.: Allegri. 

Arbitro: La Penna di Roma. 

Reti: nel pt 9' Bernardeschi, nel st 4' Kean. Angoli: 7-3 per la Juventus. Recupero: 1' e 3'. Ammoniti: Bernardeschi, De Sciglio, Soriano per gioco scorretto, Can per comportamento non regolamentare. Spettatori: 15.469.