Atalanta-Torino, l'esultanza di Bonazzoli dopo il gol del 3-3
Atalanta-Torino, l'esultanza di Bonazzoli dopo il gol del 3-3

Romaa, 6 febbraio 2021 - Questo intenso sabato di Serie A si è aperto con i due anticipi alle ore 15, validi per la 21esima giornata. L'Atalanta ha sfidato il Torino al Gewiss Stadium di Bergamo, mentre il Sassuolo ha ospitato lo Spezia al Mapei Stadium di Reggio Emilia.

Le squadre hanno dato vita a due match pirotecnici. La Dea ha piazzato tre gol in sette minuti, salvo poi subire la reazione furiosa del Toro con le reti di Belotti e Bremer sul finale di primo tempo e il gol di Bonazzoli all'85'.

A Reggio Emilia i ragazzi di De Zerbi sono passati in vantaggio con Caputo al termine di un'azione meravigliosa, ma sono stati rimontati dai liguri a causa delle reti di Erlic e Gyasi.

Atalanta-Torino 3-3, la cronaca

Gasperini per restare aggrappato alla zona Champions League, Nicola per restare a galla fuori dalla zona retrocessione. L'Atalanta mette a ferro e fuoco la difesa del Torino a partire dal 15': De Roon lancia profondo per lo scatto di Ilicic, che sorprende sul primo palo Sirigu con un destro schiacciato. Il Toro si fa sorprendere in contropiede al 19', quando Muriel pesca sul secondo palo Gosens che batte il portiere granata per il 2-0. Passano due minuti e Muriel firma il 3-0, dopo che l'estremo difensore avversario aveva respinto male la sua prima conclusione. Gli ospiti reagiscono e riaprono clamorosamente la partita sul finale di primo tempo. Al 42' Palomino stende Belotti in area; il Gallo dagli undici metri si fa ipnotizzare da Gollini ma segna sul tap-in. Durante il primo minuto di recupero Bremer segna il 3-2 dopo un incredibile doppio palo di Mandragora.

La Dea, che è sparita dal campo negli ultimi minuti del primo tempo, gestisce con più attenzione il vantaggio nella ripresa. A 20' dalla fine Singo si inventa una trivela fantascientifica che scheggia la traversa, facendo scorrere un brivido di paura sulla schiena di Gollini. Dall'altra parte colpisce il palo Miranchuk, a millimetri dal colpo del k.o. Il Torino pareggia all'85' grazie ad uno stacco aereo di Bonazzoli su punizione di Verdi, riacciuffando così una gara pazzesca che termina sul risultato di 3-3.

Sassuolo-Spezia 1-2, la cronaca

Il Sassuolo va a caccia di una vittoria che manca dal 6 gennaio, mentre lo Spezia ha bisogno di punti per allontanare la zona rossa della classifica e concretizzare il buon calcio giocato finora. Gli uomini di De Zerbi confezionano un'azione straordinaria al 25'. Consigli e Caputo fanno partire l'azione dal basso e dopo una velocissima trama di passaggi rasoterra Obiang innesca lo stesso Caputo verso la porta avversaria. Il bomber neroverde non sbaglia l'uno contro uno col portiere e firma l'1-0. I liguri pareggiano al 39' con un colpo di testa di Erlic, abile a farsi largo sul secondo palo su un cross direttamente da calcio d'angolo. I padroni di casa tornano alla carica, segnano con Djuricic ma il VAR annulla per fuorigioco.

Nella ripresa l'equilibrio viene spezzato dallo Spezia su corner al 78', con Gyasi che pizzica un colpo di testa di Bastoni e manda fuori tempo il tentativo di parata di Consigli. Il match si chiude sul punteggio di 1-2: prosegue la striscia negativa del Sassuolo, mentre i ragazzi di Italiano conquistano tre punti importantissimi.

Leggi anche: Fiorentina-Inter 0-2, decidono Barella e Perisic