Sandra Zampa, sottosegretario alla Salute (Ansa)
Sandra Zampa, sottosegretario alla Salute (Ansa)

Roma, 12 giugno 2020 – Si intravede un nuovo, importante spiraglio per quanto riguarda la possibilità di riaprire anche se solo parzialmente gli stadi a partire dal mese di luglio. Ad alimentare le speranze di migliaia di tifosi che non vedono l’ora di tornare al fianco dei loro beniamini è stata l’Onorevole Sandra Zampa, Sottogretario al Ministero della Salute, che ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha però chiesto un importante atto di responsabilità e club e tifosi: “Credo che studiando la giusta formula sia possibile riaprire gli stadi a luglio. Presto si riapriranno cinema e teatri ovviamente seguendo le regole di distanziamento sociale. Bisogna che i tifosi si assumano un impegno serio in questo senso e che i club facciano lo stesso in termini di controllo”.

Ovviamente, quindi, nell’eventualità, saranno ferree le regole da seguire: “Non credo che ad esempio ci si possa abbracciare in caso di goal perché vorrebbe dire mettere a rischio la salute degli altri. Bisognerà essere disposti ad accettare questo. Sarà importante rispettare le distanze indicate da segnali come accadrà in cinema e teatri. Per quanto riguarda gli accessi saranno contingentati e saranno necessarie la mascherina e la misurazione della temperatura. Una volta entrati e arrivati al proprio posto i tifosi potranno poi abbassarla la mascherina. Si potrà ovviamente urlare di gioia ma come detto non abbracciarsi”.