13 apr 2022

Basket, Serie A: Tortona ferma la striscia di Brescia, Virtus e Milano bene a domicilio

Tutti i risultati del turno infrasettimanale di regular season

davide baselice
Sport
Alessandro Pajola,Johnathan Williams
Segafredo Virtus Bologna - Dolomiti Energia Trentino Trento
Legabasket LBA Serie A UnipolSai 2021-2022
Bologna, 13/04/2022
Foto B.Costantini / Ciamillo-Castoria
Segafredo Virtus Bologna - Dolomiti Energia Trentino Trento (Foto Ciamillo-Castoria)

Bologna, 13 aprile 2022 – Resta tutto invariato ai vertici della classifica dopo il turno infrasettimanale valevole come sedicesima giornata di ritorno. Alla Virtus Bologna, reduce dal successo con Milano, è necessario un tempo supplementare per avere ragioni della Dolomiti Energia Trentino col punteggio di 95-88. La doppia-doppia di Toko Shengelia (19 punti + 11 rimbalzi) aiuta i felsinei ad avere ragione di un avversario capace di recuperare dodici lunghezze di svantaggio. Nell’overtime è decisivo il georgiano virtussino insieme ad Hackett.

Ritorna al successo l’Ax Armani Milano che si impone al Mediolanum Forum sulla Vanoli Cremona per 70-61. Nonostante le assenze del calibro di Rodriguez, Hines e Delaney ma coi recuperi di Daniels e Shields (top scorer con 13 punti), la truppa di coach Messina riesce a far valere la maggiore stazza al cospetto degli ospiti che cercano di restare in partita fino al terzo periodo. Do lì in poi l’Olimpia spacca in due il match portandosi fino al + 14 (62-48) con Tarczweski.

Vince ancora l’Umana Reyer Venezia che si ripete dinanzi al pubblico di casa a distanza di tre giorni dall’ultima affermazione interna. Anche agli orogranata occorre un overtime per prendersi l’intera posta in palio ai danni dell’Happy Casa Brindisi che si arrende per 80-78. I pugliesi sono stati protagonisti di un eccellente avvio salvo poi veder svanito tutto nella seconda frazione. Nell’extratime Tonut (27 punti) e De Nicolao sono decisivi dalla lunga distanza e regalano il sesto successo consecutivo ai suoi. Nel posticipo serale lo scontro fra terza e quarta forza del ranking vede di fronte la Bertram Tortona e la Germani Brescia. Quest’ultima vede cadere la propria striscia vincente di risultati con lo stop per 81-74 coi piemontesi che consolidano il quarto posto e rosicchiano due punti ai lombardi. Mvp della serata il duo Macura-Wright che chiudono con ventuno punti a testa. Della Valle e soci hanno in mano il controllo della partita nella prima fase salvo poi incassare un parziale di 30-13 al rientro dagli spogliatoi che ribalta l’inerzia per la truppa di Ramondino che si conferma essere settimana dopo settimana la rivelazione del torneo.

Pesaro inguaia la Fortitudo, Trieste e Reggio Emilia ok

Ha preso ritmo l’Allianz Trieste che raccoglie il secondo acuto di fila andando ad espugnare il parquet della Openjobmetis Varese con un netto 76-92 portando a due i passi falsi casalinghi a distanza di pochi giorni per la compagine lombarda. Banks (19) e Konata (17 + 12 rimbalzi) sono i pilastri su cui i giuliani costruiscono un blitz frutto di un buon terzo periodo in cui la difesa dei viaggianti ha avuto la meglio su quella dei padroni di casa. La Prosciutto Carpegna Pesaro batte 88-87 la Kigili Fortitudo Bologna e conferma le proprie ambizioni di post season complicando al tempo stesso la rincorsa alla salvezza dei felsinei che raccolgono un altro stop in trasferta dopo quello a Venezia. Super Tyrique Jones (24 conditi da 15 rimbalzi) è il mattatore di una contesa in cui la Effe sciupa nove lunghezze di margine venendo poi pulita nel finale dai tiri liberi di Moretti e Delfino che ipotecano la contesa. Si riscatta il Banco di Sardegna Sassari che a domicilio riesce a fare la voce grossa contro la Nutribullet Treviso che viene punita per 94-80 (Bilan 24) e non riuscendo a centrare il bis dopo quello a Varese dell’ultimo turno nonostante i 17 punti a testa di Sims e Sokolowski. Gli isolani riescono al secondo affondo, maturato verso lo scadere della terza frazione, a piegare le resistenze di una Treviso che resta terzultima a pari merito con la Ge.vi Napoli. I partenopei di Buscaglia cedono 82-85 al PalaBarbuto alla Unahotels Reggio Emilia trascinata da Hopkins (19) e da Cinciarini che si ferma a “soli” 11 assist serviti ai propri compagni che dimenticano così il passo falso contro Trieste e provano a far propria la settima piazza in graduatoria. I biancorossi hanno sempre avuto in mano il pallino del gioco toccando anche la doppia cifra di scarto nel punteggio. Per i campani la situazione resta delicata, alla pari della Nutribullet, essendo la Fortitudo penultima ma con sole due vittorie in meno.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?