Venerdì 21 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Basket

Basket, qualificazioni Mondiali 2023: l'Italia affonda la Spagna 72-68

Gli azzurri giocano con personalità, allungano nella ripresa e nel finale resistono alla risalita iberica

Pozzecco (ANSA)

Pozzecco (ANSA)

Caceres (Spagna), 26 febbraio 2023 – Si chiude con una prestigiosa vittoria il cammino dell’Italbasket alle qualificazioni ai Mondiali del 2023: gli azzurri sono infatti riusciti a bissare il successo di pochi giorni fa contro l’Ucraina, battendo a domicilio anche la Spagna campione d’Europa e del Mondo in carica con un 72-68 finale. Prova di grande spessore per gli azzurri che hanno dato la spallata decisiva nella ripresa, volando a +15 e resistendo nel finale alla risalita della Spagna, che si è affidata più all’orgoglio e ai nervi, ma non è andata oltre il -4 finale. A brillare nel collettivo azzurro è stato un Guglielmo Caruso che ha chiuso con un bottino di 19 punti conditi da 7 rimbalzi. Doppia cifra anche per Davide Casarin – al suo esordio in azzurro – e per l’eroe di Livorno Nico Mannion (10 punti a testa).

La gara

Dopo un primo quarto giocato sul filo dell’equilibrio (16-13), la Spagna prova ad allungare con le triple di Busquets, Garcia e Perez (27-20), ma l’Italia tiene dritta la barra del timone replicando con un 10-2 alimentato da Severini e Casarin e suggellato dalla schiacciata di Diouf per il sorpasso azzurro (29-30). I problemi alla spalla accusati da Spissu, non intaccano la fiducia dell’Italia che, dopo aver chiuso a +3 il primo tempo (32-35), si scatena nel terzo quarto grazie ai canestri di Casarin (36-45). Di Visconti, invece, la tripla che permette di scollinare la doppia cifra di vantaggio all’Italia, che poi allunga fino al 48-63 a 7’ dalla fine. Dall’altra parte la Spagna è in rottura prolungata e fatica a trovare la via del canestro (41% al tiro finale), ma alla fine – grazie alla zona 3-2 chiamata da Scariolo e ai punti portati in cascina da Parra e Perez (migliore dei suoi con 15 punti) – risale di nervi la corrente, non riuscendo però a spingersi oltre il -4 finale.