dall’inviato Riccardo Galli SCARPERIA (Firenze) Bagnaia lassù, in paradiso. Rossi laggù, all’inferno. No, al Mugello non ci sono mezze misure il week end del Gp d’Italia (che torna nel calendario mondiale, a porte chiuse, dopo il ’salto’ del 2020 per la pandemia), inizia con questo doppio botto. Valentino non c’è. Bisogna dirlo subito. E per trovarlo nella classifica della combinata dei tempi di ieri si deve fermare il dito indice sul numero 21. Sì, Rossi ha chiuso al penultimo...

dall’inviato Riccardo Galli

SCARPERIA (Firenze)

Bagnaia lassù, in paradiso. Rossi laggù, all’inferno. No, al Mugello non ci sono mezze misure il week end del Gp d’Italia (che torna nel calendario mondiale, a porte chiuse, dopo il ’salto’ del 2020 per la pandemia), inizia con questo doppio botto.

Valentino non c’è. Bisogna dirlo subito. E per trovarlo nella classifica della combinata dei tempi di ieri si deve fermare il dito indice sul numero 21. Sì, Rossi ha chiuso al penultimo posto, con il penultimo tempo (ha alle spalle solo Lecuona e la sua Ktm): un incubo. Che fare per riaccendere almeno un brivido sulla pista che Vale ama più di tutte? "La classifica rispecchia bene e purtroppo – sono sue parole – le mie difficoltà. Ho avuto problemi in frenata, non sono veloce nei cambi di direzione, sull’elettronica non siamo a posto... C’è bisogno di qualcosa di diverso rispetto alle buone sensazioni che avevo avuto a Le Mans, altrimenti...". Altrimenti sarà un disastro.

Opposte le sensazioni in casa Ducati. Bagnaia è stato il più veloce (in ritardo invece Miller) e punta alla pole di oggi e al podio di domani. "Sono davvero soddisfatto di questa prima giornata al Mugello. Rispetto agli ultimi Gp, qui mi sono sentito molto più a mio agio fin da subito".

"Il Gran Premio d’Italia – insiste Bagnaia – è la nostra gara di casa ed era davvero importante riuscire a partire così bene".

Gli altri. La Suzuki torna a crederci con il secondo tempo di giornata di Rins, poi la coppia Yamaha composta da Morbidelli e Quartararo. Franco ha una voglia matta di divertirsi sulla pista del Mugello.

Mistero nel mistero (tornando a Rossi), visto che Morbidelli è in sella alla stessa Yamaha di Vale e ieri ha girato come terzo più veloce.

Nel mezzo al paradiso di Pecco e l’inferno di Rossi vanno segnalate le difficoltà di Vinales (Yamaha) e Marquez (Honda) ("sono molto in ritardo – ha ammesso –, ma questa sarà una stagione di transizione"), mentre se la cava bene Aleix Espargaro (Aprilia) che si sistema davanti a Miller, Zarco e il campione del mondo, Mir.

In Moto2 comanda Lowes con Bezzecchi soltanto quinto; in Moto3, Binder fa il vuoto con Fenati (primo degli italiani), quarto.

Il programma. Oggi (dalle ore 9) ultime prove libere; qualifiche Moto3 (12.15); MotoGp (14.10); Moto2 (15.10). Domani warm up al mattino e poi le gare: Moto3 (11), Moto2 (12.20); MotoGp (14). Tutto in diretta su SkyMotoGp, Dazn e in chiaro su Tv8.