Continuano a migliorare le condizioni di Salvatore Totò Antibo, l’ex primatista italiano dei 5 e dei 10 mila metri di atletica leggera, due volte campione d’Europa e argento alle Olimpiadi di Seul, ricoverato presso l’ospedale civico di Palermo a causa di un’embolia polmonare, che nelle scorse ore ha lasciato il reparto di terapia intensiva. A raccontare dei progressi del 59enne ex mezzofondista italiano, siciliano di Altofonte, campione europeo nelle ‘sue’ distanze a Spalato 1990 e medaglia d’argento olimpica nei 10000 ai Giochi di Seul 1988, è il nipote Andrea Antibo. "Lo zio oggi è stato trasferito nel reparto di cardiologia - scrive il nipote di Antibo in un post su Facebook - L’ho sentito molto tranquillo e sereno. Di questo siamo felicissimi. La strada ancora è lunga ma siamo tutti ben speranzosi".