Giovedì 30 Maggio 2024

La centralina dell'allarme: diverse tipologie tra le quali scegliere

Antifurto / Sono diversi gli aspetti da analizzare prima di scegliere

casa domotica

casa domotica

La centralina d’allarme è il punto fondamentale di tutto il sistema d’antifurto. Il suo compito, infatti, è quello di filtrare tutte le informazioni prese dai vari sensori e dare l’allarme nel caso ci sia un qualcosa di anomalo. È fondamentale, perciò, scegliere con grandissima attenzione il sistema in questione perché deve essere compatibile con i vari sensori e soprattutto molto veloce. A far capire quando un sistema d’allarme funziona bene dipende molto dalla centralina. La prima importante divisione che va fatta è quella tra il sistema filare e quello wireless. Il primo caso funziona grazie a vari fili che collegano i sensori alla centralina. Il secondo, invece, utilizza internet per essere in costante collegamento con i vari componenti. Il vantaggio di usare il secondo tipo è che è più difficile da manomettere e, soprattutto, funziona anche in caso di blackout. Altro tema fondamentale da capire è dove posizionare questa centralina. Ci sono vari aspetti, infatti, da prendere in considerazione. Deve essere in una zona facilmente accessibile da tutti gli abitanti della casa, in modo tale che possano utilizzare in ogni momento. È consigliato, però, coprirla con magari uno sportellino che si apre con una chiave. Per quanto riguarda il collegamento con i sensori, invece, la maggiore differenza deriva dal tipo di centralina (wireless o filiale). Bisognerà collegarli, quindi, o grazie ad internet o grazie ai due cavi che escono da ogni sensore. Non bisogna mai dimenticarsi, invece, di controllare la batteria. Di media questa dura tra i 18 e i 24 mesi ma è consigliabile controllarla ogni tanto. Un segnale che può farci capire che si sta scaricando, poi, è l’intensificarsi dei falsi allarmi. Questo succede quasi sempre quando ci sta arrivando al termine della batteria delle centralina. Negli ultimi anni, poi, c’è anche la possibilità di istallare sistemi che si possono gestire tramite l’app. In questo caso è molto semplice sia gestire la batteria di ogni componente, oltre che l’attivazione e la disattivazione del sistema.