Giovedì 16 Maggio 2024

Destinare il 5x1000 alle attività del proprio Comune

Obiettivo / Le somme raccolte con questo sistema vengono in genere destinate a iniziative e programmi rivolti soprattutto alle famiglie deboli e ai più fragili

 è possibile destinare il proprio 5x1000 al Comune di residenza che utilizzerà i fondi

è possibile destinare il proprio 5x1000 al Comune di residenza che utilizzerà i fondi

La legge finanziaria ha confermato la possibilità per i contribuenti di destinare il 5 per mille delle trattenute IRPEF alle attività sociali svolte dal Comune di residenza stabilendo generalmente che le somme raccolte con il 5 per mille saranno destinate per finanziare e possibilmente ampliare le attività svolte nel campo sociale, in particolare per il sostegno alle famiglie con minori a carico, in condizioni di gravi difficoltà socio-economiche. La scelta di destinare il 5 per mille non comporta maggiore spesa a carico del contribuente e non è alternativa all'8 per mille, entrambe possono essere espresse. Per destinare il 5 per mille utilizzare l'apposito modulo allegato: - al CUD (il modulo per la scelta della destinazione del 5 per mille è consegnato dal datore di lavoro al lavoratore insieme al modello CUD 2011); - oppure al 730/2011; - oppure al modello UNICO persone fisiche anno 2011; Firmare nell'apposito riquadro (senza alcuna identificazione del Comune) dove è riportata la scritta: "sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza". I contribuenti che non presentano il 730 possono destinare il 5 per mille solo se nel CUD 2011 al punto 5 parte B dati fiscali, sono indicate ritenute. In questo caso il modulo va presentato in apposita busta chiusa con la scritta "scelta per la destinazione dell'otto e del cinque per mille dell'IRPEF", il codice fiscale, il cognome e nome del contribuente. Ecco le scadenze per la presentazione scelta del 5 per mille al proprio Comune. La scelta va effettuata entro lo stesso termine di scadenza previsto per la presentazione della denuncia dei redditi: Modello 730, 2 maggio - se il modello è presentato al sostituto d'imposta. 20 giugno - se il modello è presentato ad un CAF o a un professionista abilitato. Modello unico: 30 giugno - se il modello è presentato in formato cartaceo agli uffici postali; 30 settembre - se il modello è inviato in formato elettronico per via telematica. Per i contribuenti esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi e che presentano la sola busta con la scelta: 30 maggio - se presentata agli uffici postali (il servizio è gratuito). Al 30 settembre se presentata ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (commercialista, CAF).