Mercoledì 22 Maggio 2024

Compatta Quella bellezza primordiale

Compatta  Quella bellezza  primordiale

Compatta Quella bellezza primordiale

di Egidio Scala

Un matrimonio ideale tra ’Saper Fare’ e innovazione. È la sintesi che sprigiona la collezione Compatta di CEDIT – Ceramiche d’Italia, frutto dell’intuizione progettuale di Federico Peri. Il designer approccia per la prima volta il mondo ceramico indagando il tema della ’terra’ nel significato più profondo. Scandaglia l’orizzonte soffermandosi su tutto ciò che non siamo allenati a osservare quando guardiamo un paesaggio: il terreno su cui poggiamo i piedi, i minerali e le terre che lo compongono. Ed è proprio sul ruolo primordiale della terra – usata per costruire ripari e dare vita a recipienti – che Peri si concentra per celebrare la vitalità del materiale, plasmabile all’infinito dalla natura stessa e dall’uomo.

Compatta è la simbiosi perfetta tra artigianalità nella lavorazione della terra battuta e innovazione tecnologica. L’autore riprende l’antica tecnica costruttiva del pisè e ne esprime la sua personale interpretazione sulle grandi lastre CEDIT (per la prima volta in dimensioni 280 x 120cm), disegnate sulle nuances naturali della sabbia, del limo, dell’argilla e della ghiaia. Queste superfici instaurano un rapporto intimo con lo spazio, giocano con la natura. L’aspetto è profondo, ruvido, materico, stemperato da giochi tridimensionali di luci ed ombre che prendono vita negli elementi decorativi.

Una narrativa che abbraccia passato e presente, mescolando insieme la suggestione della terra cruda, la carica espressiva del designer e le più avanzate tecniche produttive ceramiche e incarnando perfettamente lo spirito sperimentale di CEDIT. "Il dialogo con Florim – afferma Peri – è nato diversi anni fa con l’invito di CEDIT a cimentarmi nell’utilizzo di un materiale che per me era ancora inesplorato, quello ceramico. Dopo una prima fase più conoscitiva e formativa, siamo riusciti a sviluppare un progetto che parla di autenticità e armonia. È bastato poco tempo per comprendere quanto il binomio tra creatività ed industria, design e produzione, fosse un’opportunità per sfidare i limiti provando a superarli".

L’autore ha impresso la propria poetica sulle grandi lastre CEDIT raccontando una storia di calma, di pace e di natura, frutto di un dialogo con l’azienda sui temi dell’essenzialità, della matericità e della sincerità. "L’idea della collezione è una ripresa dichiarata della tecnica del pisé – spiega Peri – antica modalità di costruzione che si basa sulla sovrapposizione di terre molto compatte che formano pareti portanti o partizioni divisorie nelle abitazioni". Compatta non si limita alla bidimensionalità della materia ceramica, ma si arricchisce di soggetti tridimensionali componibili in un mosaico su rete per essere utilizzate, a parete, in modo scultoreo. Compatta è visibile al Salone (Hall 4 - Booth G02) e allo Spazio CEDIT in Foro Buonaparte 14A.