Scontri al Centro migranti di Ponte Galeria, aperta un’inchiesta per istigazione al suicidio: 14 arresti

Tensioni al Cpr di Roma: sono scoppiate dopo un 22enne si è tolto la vita impiccandosi a una grata con un lenzuolo. Indagini e autopsia

Roma, 5 febbraio 2024 – Quattordici arresti e un’inchiesta per istigazione al suicidio. Dopo gli scontri al Cpr di Roma, la procura ha aperto un fascicolo sulla vicenda del 22enne che si è tolto la vita al centro migranti di Ponte Galeria. A breve verrà affidato l’incarico per l’autopsia sul corpo del ragazzo, originario della Guinea, trovato dai compagni in fin di vita.

Scontri al centro migranti di Ponte Galeria a Roma
Scontri al centro migranti di Ponte Galeria a Roma

Carabinieri feriti

Le proteste sono scoppiate dopo il ritrovamento di un 22enne, originario della Guinea, impiccato con un lenzuolo a un grata. Al momento dei fatti, al Cpr erano presenti 5 carabinieri del Reggimento Lazio, raggiunti dal lancio di sassi e indumenti incendiati. Tra questi, 2 militari sono rimasti lievemente feriti: uno con una caviglia slogata e l’altro per una sassata al polpaccio. 

Le prime ricostruzioni

Secondo quanto ricostruito finora, il 22enne – che era arrivato al ‘Centro di permanenza per i rimpatri’ di Roma pochi giorni fa dalla Sicilia – si è tolto la vita impiccandosi con un lenzuolo. A trovarlo ieri mattina all’alba sono stati alcuni migranti: il ragazzo era ancora vivo, gli hanno tolto il cappio, ma non sono riusciti a salvarlo.

Le indagini

L'indagine è coordinata dal pm Attilio Pisani, gli inquirenti acquisiranno le telecamere di videosorveglianza presenti all'interno del Centro. Verifiche anche sul messaggio lasciato dal ragazzo prima di uccidersi. Aveva scritto su una parete, con il mozzicone di una sigaretta, il suo ‘testamento’.

Parole strazianti: “Se dovessi mai morire, vorrei che il mio corpo fosse portato in Africa, mia madre ne sarebbe lieta. I militari italiani non capiscono nulla a parte il denaro. L'Africa mi manca molto e anche mia madre, non deve piangere per me. Pace alla mia anima, che io possa riposare in pace”.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui