Covid, un operatore sanitario prepara una dose di vaccino (Ansa)
Covid, un operatore sanitario prepara una dose di vaccino (Ansa)

Roma, 2 ottobre 2021 – Sono 346 nuovi casi positivi (+57 rispetto a ieri), 3 i decessi registrati nelle ultime 24 ore nel Lazio, a fronte di 24.752 tamponi processati. In calo la pressione su ospedali e terapie intensive: sono 363 non gravi i ricoverati nei reparti Covid (-20), uno in meno nelle terapie intensive, che scendono a quota 53. Sono 328 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è all'1,3%. I casi a Roma città sono a quota 161Bollettino Coronavirus Italia oggi: contagi e dati Covid del 2 ottobre

Intanto, nel Lazio sono partite le prenotazioni della terza dose di richiamo del vaccino anti-Covid negli over 80 e sono già 20mila le terze dosi somministrate, pari al “20% dell'intero Paese”, spiega l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. Per quanto riguarda invece la campagna vaccinale nel suo insieme, sono state superate le 8,3 milioni di somministrazioni, oltre l'82% della popolazione over 12 e l'88% della popolazione over 18 hanno chiuso il percorso vaccinale. Il Lazio presenta tassi di copertura vaccinale tra i più alti in Europa", ha ricordato l'assessore.

Sul fronte del vaccino antinfluenzale, si parte dalla prima settimana di ottobre, si ricorda nella nota diffusa dalla Regione. È gratuito per gli over 65, per le categorie a rischio, gli operatori sanitari, le forze dell'ordine, e i donatori di sangue. E si potrà contattare il proprio medico di famiglia a partire dalla prima settimana di ottobre. Doppio vaccino, è ufficiale: ok anti Covid e antinfluenzale insieme

Un accenno l'assessore lo riserva anche alla vaccinazione anti-Covid dei marittimi sulla quale si è ottenuto un “grande risultato: sono stati vaccinati in 10mila dall'inizio della campagna tra gli addetti e il personale che lavora a bordo delle navi”, ha detto D'Amato ringraziando “l'autorità di sistema portuale di Civitavecchia, l'equipe della Asl Roma 4 e l'Usmaf”. L'assessore ha sottolineato ancora una volta l'importanza di vaccinarsi, citando lo studio Altems Cattolica pubblicato sul 'Sole24Ore' che dimostra che “dire no al vaccino ha un costo pari a 70 milioni al mese in Italia”.