Armani alle sfilate milanesi circondato da modelle (Ansa)

Milano, 23 settembre - "Durante le sfilate milanesi c'è sempre stato l'attacco americano", dice Giorgio Armani al termine della sfilata di oggi per l'estate 2019. "Anch'io sono stato attaccato vilmente alcune volte. E questo lo doppiamo a queste 'Papesse' che girano per i défilé".

Il grande stilista forse si riferisce ad alcune importanti giornaliste di settore che dettano legge nel mondo del fashion. "Gli americani mi sembra non abbiano fatto un granché con le loro fashion week", conclude Armani.

Nei giorni scorsi infatti il New York TImes si è scagliato contro la moda italiana accusata di usare, specialmente in Puglia, dei metodi che sfruttano il lavoro delle donne, che spesso cuciono in casa  - sempre secondo il giornale americano - per pochi euro abiti che vengono poi venduti a migliaia di euro.