Giovedì 23 Maggio 2024
EVA DESIDERIO
Moda

Morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Il fondatore dell’omonima casa di moda era da tempo malato. Al suo fianco la compagna Sandra, che lo aveva reso papà per la sesta volta poco più di un anno fa

Lo stilista Roberto Cavalli è morto all'età di 83 anni (Afp)

Lo stilista Roberto Cavalli è morto all'età di 83 anni (Afp)

Firenze, 12 aprile 2024 – È morto oggi, nella sua Firenze, Roberto Cavalli. Il grande stilista, 83 anni e da molti malato, usciva ed entrava sempre più spesso in ospedale per i controlli. Lascia sei figli di cui il più piccolo Giorgio, di poco più di un anno. Il bimbo si chiama per volontà dello stesso Cavalli come il padre, ucciso dai nazisti nel 1944 in una rappresaglia a Cavriglia (Arezzo) quando il futuro stilista aveva solo tre anni. Accanto a lui nelle ultime ore, come negli ultimi quindici anni, la compagna svedese Sandra Bergman Nilsonn.

Approfondisci:

Morto Roberto Cavalli, lo stilista superstar. Ha creato le donne sexy e tigrate

Morto Roberto Cavalli, lo stilista superstar. Ha creato le donne sexy e tigrate

Cavalli lascia un vuoto enorme nel fashion anche se, nel 2015, aveva ceduto l'omonima azienda fondata negli anni Settanta. Il suo animalier era diventato un elemento distintivo del marchio, così come le pellicce con ricami, i lunghi vestiti ricchi dai grandi spacchi e dalle tante trasparenze. Accanto alle collezioni di alta moda e pret-à-porter firmate Roberto Cavalli, erano poi nati anche il marchio RC Menswear e la linea giovane Just Cavalli, lanciata nel 1998 e che propone anche accessori, occhiali da sole, orologi, profumi, biancheria intima e costumi da bagno. Negli anni dieci del 2000 era poi nata la divisione Roberto Cavalli Home, presentata al Salone del Mobile nel 2012. 

"Se ami, ama fino in fondo. Perdona, se riesci. Io non ci sono mai riuscito. Amore, amore, amore. Quella dovrà essere la tua parola d'ordine da quando nasci a quando rinasci", diceva nella sua autobiografia intitolata semplicemente ‘Just me’ e in cui si raccontava senza filtri dai primi flirt agli amici, dalla sua passione per gli animali al suo odio per il perbenismo, i maleducati e gli ignoranti con la laurea.