Neve (iStock)
Neve (iStock)

Roma, 7 novembre 2019 - Nubi nere sull'Italia. Come anticipato nelle ultime previsioni meteo, la nostra Penisola è nel mirino di un'imminente perturbazione che ha già cominciato a manifestarsi a Nord-Ovest. "Si tratta di un fronte molto energetico", sintetizza 3BMeteo, con correnti fredde in arrivo dal Nord-Europa che, spingendosi verso il Mediterraneo, richiamano venti meridionali. Il contrasto è pronto a deflagrare con conseguenze di rilievo per le condizioni meteorologiche dello Stivale. Il clou si manifesterà nella giornata di domani quando con "piogge, temporali, nubifragi" e "tantissima neve sulle Alpi a quote relativamente basse per il periodo", in aggiunta a "venti forti fino a 90km/h". La fase di maltempo sarà tutt'altro che breve: nel weekend infatti il vortice depressionario si sposterà fino al profondo Sud e sulle coste orientali. La sua spinta si esaurirà nella giornata di domenica 10 novembre, con diverse eccezioni peraltro: ma da lunedì nuovi fenomeni sono pronti a investire l'Italia con un nuovo picco di precipitazioni nella giornata di martedì. Vediamo nel dettaglio le stime degli esperti per il prossimi giorni.  

Aggiornamento weekend: ora il maltempo punta a Centro-Sud. La mappa delle allerte

Previsioni del tempo per domani 

Per domani, venerdì 8 novembre, le previsioni meteo annunciano una giornata sotto l'acqua per gran parte del Paese. I meteorologi di iLMeteo parlano di "maltempo no-stop" e avvertono che "le piogge diventeranno via via più diffuse e intense sin dalle prime ore di venerdì" con "rischio di nubifragi dapprima sul Levante ligure poi su tutti i settori alpini e prealpini di Lombardia e Triveneto".

(L'articolo prosegue sotto la mappa)



3BMeteo è d'accordo nel prevedere un venerdì bagnato, con protagonista "il flusso perturbato atlantico che non ha nessuna intenzione di mollare la presa". Così avremo perturbazioni a getto continuo e fenomeni "intensi e insistenti" con venti forti da Libeccio sul Tirreno (fino a 90 km/h) e mari agitati sulle coste esposte. Le precipitazioni più forti dovrebbero concentrarsi su Toscana, Umbria, e Lazio, con possibili disagi a Roma e dintorni. Ma è allerta anche in Emilia Romagna (vedi sotto). In serata il maltempo colpirà la Campania. Meglio al Sud, con una giornata di sole fra Puglia e Sicilia e clima mite.

Temperature in diminuzione al Centro Nord e in Sardegna, stabili altrove con rialzi sul medio basso Adriatico

Neve, picco sulle Dolomiti. Gli accumuli

Un capitolo a parte merita la Dama Bianca, tornata con convizione a 'benedire' le nostre montagne. Non pienamente concordi i siti di meteorologia: iLMeteo segnala neve in arrivo "su tutto l'arco alpino sopra i 1200/1300 metri su quello occidentale, a quote più alte invece sul lato orientale", particolarmente abbondanti sulle Dolomiti. 3bMeteo annuncia invece "neve abbondante sulle Alpi dai 1100-1400 metri con quota in calo in serata fino a 1000 metri a tratti fin sotto i 1000 metri tra Dolomiti e Trentino Alto Adige".

Secondo le previsioni di iLMeteo, un manto di 10 cm coprirà le località del Torinese e della provincia di Aosta (Sestriere, Breuil-Cervinia e Gressoney-la-Trinitè). Accumuli oltre il metro sulle Dolomiti: "Tra 20 e 30 cm a Madesimo e Livigno in Valtellina (SO); - oltre i 50 cm a Madonna di Campiglio; - oltre i 30 cm a Canazei (TN); - circa 20 cm a Solda (BZ)".

Fiocchi sono attesi anche sull'Appenino "a partire dai 1400 metri, mentre su quelli centrali (Lazio e Abruzzo) oltre i 1500 metri": non più di qualche centrimetro. 

Meteo del weekend 

Anche se intervallate da sprazzi di sole, si susseguiranno nei prossimi giorni nuove fasi di maltempo forte. 3Bmeteo avverte: "Due impulsi instabili di origine atlantica minacceranno lo Stivale" con "un certo calo delle temperature su tutta Italia, a causa del contemporaneo afflusso di aria più fresca dalle latitudini nordatlantiche". Sabato 9 novembre i fenomeni colpiranno  "basso Tirreno, tra Sicilia e Calabria" e nel corso della giornata di estenderanno a Basilicata e Puglia. Andrà meglio al Nord, ad eccezione dell'arco alpino, dove sono previste nuove deboli nevicate. Domenica 10 novembre un nuovo peggioramento è atteso sulle regioni tirreniche e sulla Sardegna: non escluse piogge su Liguria e Piemonte. 

 

Venerdì 8 novembre in dettaglio

Nord Ovest
Un venerdì poco allegro per l'Italia nordoccidentale, con maltempo generalizzato e piogge sparse su tutte le regioni, con qualche schiarita sulla Liguria nel pomeriggio. Le zone alpine sopra i 1500 metri vedranno la neve. Temperature autunnali con 13° di massima a Torino e a Milano.

Nord Est
Anche il Nord Est non viene risparmiato dalla perturbazione, che si tradurrà in acquazzoni e temporali sparsi dappertutto. Sopra i 2000 metri potrebbe fare capolino la neve, mentre in pianura e sula costa le temperature si manterranno abbastanza miti, con 17° a Venezia.

Centro
Solo la Sardegna e parte del versante adriatico vedranno una giornata asciutta, per il resto delle zone centrali si prevedono piogge e rovesci fino a sera, poi tornerà il sereno soprattutto nelle zone più interne. Termometro sui 16° a Firenze e 17° a Roma.

Sud e Isole
Meteo in controtendenza nel profondo Sud, con una bella giornata di sole su Puglia, Calabria e Sicilia. Piogge invece sulla Campania. Termometro in su con 21° a Bari e 23° a Palermo.