Meteo, potrebbe nevicare in pianura. Anche Bologna a rischio. Foto di archivio ( Schicchi)
Meteo, potrebbe nevicare in pianura. Anche Bologna a rischio. Foto di archivio ( Schicchi)

Milano, 11 dicembre 2018 - E' ufficiale: rischio concreto di neve in pianura al Nord Italia. Le previsioni meteo, segnalano gli esperti, sono complicate in questa fase, ma la possibilità di neve a quote basse c'è: sostanziale conferma da parte di tutti i principali siti specializzati. Ilmeteo.it spiega che aria fredda di origine polare in queste ore ha raggiunto l'Italia provocando un sensibile abbassamento delle temperature. E ora dall'Atlantico arriveranno due perturbazioni, che porteranno pioggia, ma anche fiocchi bianchi. I meteorologi avvisano che dalle primissime ore di giovedì 13, giorno di santa Lucia, un vortice ciclonico si posizionerà sul medio-alto Tirreno facendo peggiorare il tempo al Nord Est e al Centro Sud. Le precipitazioni al Nord potranno risultare nevose anche in pianura - dice ilmeteo.it -, soprattutto sull'Emilia come a Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma, miste a neve in Veneto come a Padova, mentre qualche ora di neve potrebbe interessare Vicenza. Fioccate deboli attese anche in Piemonte, come a Torino. La neve potrebbe cadere a quote prossime alla pianura anche in Toscana, come ad Arezzo, o quanto meno a quote collinari.

Rovesci e temporali invece interesseranno le coste tirreniche dal Lazio alla Campania, anche con possibili grandinate e la formazione di trombe marine. La neve sugli Appennini cadrà sopra i 900-1000 metri. Il sito www. iLMeteo.it avverte che il ciclone di santa Lucia sara' seguito da un'altra perturbazione atlantica che venerdì 14 porterà ancora maltempo al Centro e in Emilia qui con neve copiosa in pianura. Piogge andranno ad interessare anche la Sicilia. Più soleggiato il tempo al Nord Ovest anche se molto freddo.

Le città più belle a Natale: dove trovare gli addobbi più belli

Gli alberi di Natale più belli

Come addobbare l'albero di Natale

Più prudente nelle previsioni del tempo, per ora, 3bmeteo.com, che annuncia neve a bassa quota, ma dice che è "ancora prematuro stabilire se in pianura o meno, ma quantomeno in collina o nei fondovalle appenninici". Possibile "neve in calo a quote collinari anche tra alta Toscana e alte Marche soprattutto dalla sera". Restano però "margini di incertezza". Insomma, appare ancora difficile definire con precisione i dettagli, ma il blitz artico è confermato.

Anche il Centro Epson Meteo parla di "rapido raffreddamento sull'Italia". Tra domani e venerdì temperature sotto le medie al Nord, si ribadisce. "Il freddo sta cominciando a farsi sentire anche in Italia: masse d'aria di origine artica, provenienti dall'Europa nord-orientale, si stanno riversando marginalmente anche sul nostro Paese, con un generale e sensibile calo delle temperature. L'abbassamento termico sarà più vistoso al Nord tra mercoledì e venerdì - spiegano i meteorologi - quando i valori si porteranno temporaneamente al di sotto della norma". Nel frattempo - conferma anche Epson Meteo - "tra mercoledì e sabato, altre due perturbazioni atlantiche raggiungeranno il nostro Paese: una (la n.5 di dicembre) investirà velocemente le regioni centro-meridionali, e marginalmente quelle settentrionali tra mercoledì sera e la giornata di giovedì". L'altra - proseguono - (la n.6) è attesa transitare al Centro Sud e sull'Emilia Romagna la fine di giovedì e la giornata di sabato. Entrambe potrebbero dar luogo a nevicate fino a quote di pianura in alcuni settori del Nord". Anche il Centro Epson rileva però che "si tratta di una evoluzione ancora molto incerta, sia in termini di tempistiche che di traiettoria, con conseguenti modifiche anche rilevanti nel dettaglio della previsione".

Ecco cosa dobbiamo attenderci nei prossimi giorni, da Nord a Sud.

Mercoledì: in mattinata nubi in aumento su estremo Nordovest, regioni centrali tirreniche e Isole; bel tempo nel resto del Paese. Nella seconda parte della giornata le nubi si estenderanno gradualmente a tutto il Centro-Sud, alla Lombardia e all'Emilia Romagna. Nel corso del pomeriggio prime, locali precipitazioni tra Liguria e alta Toscana, con fiocchi di neve sul vicino Appennino fin verso 800-1000 metri, ma in successivo abbassamento. In serata le precipitazioni si estenderanno al resto della Toscana, alla costa laziale e al nord della Calabria. Nella notte verranno coinvolti molti settori del Centro-Sud, la Sicilia e l'Emilia Romagna. Limite delle nevicate tra Umbria e Marche attorno a 600-900 metri, a quote più basse in Emilia, fino a lambire le pianure nel settore occidentale. Temperature in ulteriore generale diminuzione quasi ovunque, più sensibile al Nord. Valori all'alba sotto lo zero al Centro-Nord (anche fino a -4 gradi o -5 gradi al primo mattino), massime per lo più sotto i 10 gradi al Centro-Nord. Venti moderati di Maestrale attorno alla Sardegna e nel Canale di Sicilia.

Le previsioni per giovedì: al mattino nevicate a quote basse possibili anche in pianura tra basso Veneto, bassa Lombardia ed Emilia. Deboli nevicate anche sulle Alpi occidentali e sulle Prealpi venete. Piogge sparse su medio-alto Adriatico, Lazio, regioni meridionali e Sicilia occidentale. Dal pomeriggio netto peggioramento con anche temporali in Sardegna, tra sera e notte precipitazioni diffuse sulle regioni centrali anche a carattere temporalesco lungo il Tirreno. Possibilità di nevicate a bassa quota in Emilia e Piemonte meridionale. Temperature in calo al Nord, in lieve rialzo al Sud. Ventoso per Libeccio su Isole e Mar Ionio, raffiche di Bora sull'alto Adriatico.

Venerdì: la perturbazione porterà condizioni di maltempo sulle regioni centrali e in Sardegna, coinvolgendo anche l'Emilia Romagna e l'alto versante adriatico. Non mancheranno schiarite nel resto del Nord e in parte del Sud.

Regali di Natale per lui, cosa donare agli uomini nel Natale 2018

Regali di Natale per lei, cosa donare alle donne questo Natale