Possibile neve a bassa quota (3B Meteo)
Possibile neve a bassa quota (3B Meteo)

Roma, 10 dicembre 2018 - L'inverno comincia a farsi sentire davvero. In attesa della neve - il cui possibile arrivo in Italia, anche a quote basse, è confermato dalle previsioni meteo per giovedì - già da stasera/domani dobbiamo preparare sciarpe e cappottoni per ripararci da una sferzata di freddo, anche se il sole continuerà a brillare. Mercoledì poi - assicura 3Bmeteo - il tempo comincerà a peggiorare da Ovest, con piogge e nevicate fino a bassa quota al Nord, mentre giovedì sera si assisterà a un ulteriore peggioramento per l'arrivo di una nuova perturbazione che porterà nevicate anche a quote basse sull'Appennino settentrionale, specie tra Liguria ed Emilia, e sul basso Piemonte.


Ancora più certo di una Santa Lucia gelida e imbiancata è ilMeteo.it, secondo cui la massa d’aria fredda in discesa dall'Europa Orientale entrerà già oggi dalla 'porta' della Bora facendo calare la colonnina di Mercurio su buona parte del Paese (soprattutto al Nord con temperature ben sotto lo zero di notte e prima mattina). 
L'aria fredda, entrando nel catino della pianura Padana - chiusa su 3 lati - sedimenterà formando il famoso cuscino freddo. Il quale potrà trasformare in fiocchi la perturbazione Atlantica in arrivo giovedì 13: potrebbe nevicare, dunque, a tratti anche in modo intenso, fin sulle città di pianura del Nord Ovest come Cuneo, Torino, Alessandria, Vercelli. Ma dovrebbero essere fenomeni isolati, secondo l'Aeronautica Militare, che prevede neve "generalmente dai 750 metri in su".

Venerdì 14 la perturbazione dovrebbe estendersi al resto del Nord con rischio nevicate anche a Milano e buona parte delle pianure di Lombardia ed Emilia. Al momento il Nord Est resterebbe più ai margini a causa del richiamo mite del vento di Scirocco, anche se non si escludono fasi di pioggia mista a neve anche in città come Verona, Padova, Treviso e fino a quote molto basse sul Friuli Venezia Giulia. Tuttavia, va sottolineato, l'evoluzione della perturbazione resta molto incerta, sia in termine di tempistica, sia di traettoria. 

GRANDINATA A POLIGNANO -  Oggi, intanto, in Puglia si registra una grandinata violentissima e improvvisa che stamane ha coperto i campi e le strade da Polignano a Mare a Fasano, imbiancando i terreni anche a Monopoli.  Il fenomeno atmosferico, documentato dal video che segue, sarebbe dovuto al forte e repentino abbassamento della temperatura.

BLIZZARD IN NORD EUROPA - Il freddo, come si usa, viene dall'Europa settentrionale. Una profonda depressione con un minimo sulla Scandinavia meridionale - spiega 3BMeteo - ha drasticamente cambiato lo scenario meteorologico portando venti di tempesta, intense precipitazioni e bufere di neve, fino a bassa quota sull'estremo nordest e fino a quote medio basse sulle zone alpine di Francia, Svizzera e Austria con blizzard in quota.
Correnti polari marittime scivolano rapidamente dall'artico groenlandese verso il mare del Nord trasportate da venti impetuosi con raffiche fino a 120km/h su Regno Unito e Norvegia, nel loro percorso verso sud raccolgono umidità dall'oceano e formano un intenso fronte perturbato, attualmente in azione su Francia, Mittle Europa e Scandinavia.