Mercoledì 29 Maggio 2024
CRISTIANA MARIANI
Spettacoli

Pagelle Amici serale 4 maggio: Holden e Mida solita noia, Sarah e Marisol inarrestabili

Eliminazione dolorosa nella categoria canto nella settima puntata del talent show condotto da Maria De Filippi

Holden è in semifinale ad Amici

Holden è in semifinale ad Amici

Nella settima puntata del Serale di Amici di Maria De Filippi abbiamo assistito a una serie impressionante di polemiche - anche basta, grazie - e a un'eliminazione eccellente. Al ballottaggio finale per l'eliminazione erano arrivati due cantanti: Martina e Mida. A dover abbandonare il talent show condotto da Maria De Filippi è stata Martina, che vede infrangersi il sogno proprio a un passo dalla semifinale. Ecco le pagelle della puntata di Amici di sabato 4 maggio.

Alessandra Celentano-Rudy Zerbi: voto Bravi. Non per le ignobili scemeggiate - e intendo proprio scemeggiate - che mettono in scena ad ogni puntata del programma e che non fanno ridere neppure la mia gatta (ho sbagliato esempio, in effetti: la mia gatta non ride mai), ma perché sono riusciti a fare percorso netto sino alla semifinale: nessun concorrente della loro squadra è stato eliminato. Avere un'intera squadra in semifinale, e peraltro certamente il vincitore del circuito danza nella propria formazione, non è da tutti. Bravi. Senza polemiche sarebbero anche piacevoli, così sono solo bravi.

Holden: voto Fly down, zio. Lui non riesce a preparare i guanti di sfida perché ha altro da fare. E infatti proprio per questo motivo dovrebbe lasciare il programma e continuare a fare altro. A usare l'autotune, ad esempio. Cosa che fa sempre in modo insopportabilmente abbondante. Ma lui è un artista, dicono i compagni. Gli stessi compagni che vengono trattati in modo diverso da lui. Ma lui è un artista. Dell'autotune. Chissà se un giorno inizierà a cantare. Sarebbe una bella novità.

Mida: voto Origami. Rischia di rimanere ripiegato su se stesso e nel ruolo di "alfiere latino" che gli è stato cucito addosso. Il reggaeton può andare bene da affiancare alle canzoni in italiano, magari con meno autotune. Perché la presenza scenica non gli manca di certo, più che cercare a tutti costi di piazzarlo nel mercato discografico bisognerebbe dargli modo di crescere e lavorare. Altrimenti rischia di rimanere una meteora da 'Rossofuoco' e poi poco o niente. E sarebbe un vero peccato, perché le potenzialità non gli mancano. Faccio un appello: tutto ma De Gregori no. Non fategli rovinare anche Francesco De Gregori con l’autotune.

Petit: voto Che barba che noia, che noia che barba. Sempre uguale a se stesso. Non una nuova emozione, nulla di diverso o inatteso sul palco, non un sussulto. Piattume.

Sarah: voto Si volaaa. Adesso che sta cominciando a capire di essere un vero talento e sta acquisendo sempre maggiore sicurezza sul palco non la ferma più nessuno. Merita un posto in finale con Petit, Dustin e Marisol. E, dopo l’eliminazione ignobile di Martina, non può che vincere il circuito di canto. Deve vincere.

Marisol: voto Vabbè ciao. Nel senso che ci rivediamo direttamente per consegnarle coppa di categoria, coppa della vittoria generale di Amici e una serie di contratti di lavoro che la facciano brillare in tutto il mondo. Perché è giusto che questa ragazza, che peraltro ha solo 18 anni, è grinta, talento, tecnica, espressività, gioia: è luce. E facciamola brillare, su.

Dustin: voto Ma siete matti a mandarlo al ballottaggio? Non si deve neanche essere sfiorati dall'idea di poterlo far uscire dal talent show prima della finale. Sarebbe un sacrilegio a cui dovremmo rispondere con archi, frecce e forconi. Meriterebbe di vincere tutto. Dopo Marisol, va detto.

Martina: voto Incompresa. E’ insieme a Sarah l’unica vera bella voce di questo programma e infatti i tre giudici pensano bene di eliminarla a un passo dalla finale. Che non abbiano capito quanto vale il suo talento è evidente. Peccato.