Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 giu 2022
20 giu 2022

Solstizio d'estate 2022: data, ora e significato

Le cose da sapere sul solstizio di giugno, che come ogni anno dà il via all'estate astronomica

20 giu 2022

Martedì 21 giugno 2022 avrà luogo il solstizio d'estate, l'evento astronomico che nell'emisfero boreale (la metà del globo posta al nord dell'equatore) segna il giorno più lungo dell'anno, ma anche l'inizio della stagione estiva astronomica, da non confondere con l'estate meteorologica, che è cominciata invece l'1 giugno.

Approfondisci:

Solstizio d'estate 2022, perché è il 21 giugno (e non il 20)

21 giugno 2022, giorno del solstizio d'estate
21 giugno 2022, giorno del solstizio d'estate

Che cos'è il solstizio d'estate

La parola deriva dal latino solstitium, unione di sol, "Sole" e sistere, che significa "fermarsi". Il solstizio d'estate definisce l'attimo in cui il Sole raggiunge il punto di declinazione massima nel suo moto apparente lungo l'eclittica, cioè il percorso che ogni anno la nostra stella sembra compiere rispetto alla sfera celeste. Il risultato è che in corrispondenza di questa data l'emisfero settentrionale viene inondato di luce e si verifica così il giorno più lungo dell'anno. All'opposto, durante il solstizio d'inverno (prossimo 21 dicembre) la declinazione tocca il suo minimo e si ha la giornata più corta di tutte.

Solstizio d'estate 2022: ora esatta

Come spiegato in precedenza, il solstizio descrive per definizione un istante preciso della giornata; il 21 giugno 2022 avverrà alle 11:13 ora italiana. Nel nostro Paese le ore di luce cresceranno mano a mano che ci si sposta verso Nord. L'illuminazione naturale durerà ad esempio 15 ore e 7 minuti a Napoli; 15 ore e 16 minuti a Roma; 15 ore e 28 minuti a Firenze; 15 ore e 33 minuti a Bologna; 15 ore e 42 minuti a Milano.

Data mobile

Il solstizio d'estate non si verifica sempre lo stesso giorno: la maggior parte delle volte cade il 21 giugno, ma in alcune occasioni può anticipare al 20 giugno. Questo dipende dal fatto che non c'è esatta coincidenza tra il nostro calendario, che conta 365 giorni e il tempo impiegato effettivamente dalla Terra per compiere un giro completo intorno al Sole (anno solare), che dura circa 6 ore in più. Tale discrepanza determina lo spostamento di equinozi e solstizi ed è il motivo per cui esiste l'anno bisestile, che ogni quattro anni "aggiusta" le cose evitando il progressivo slittamento delle stagioni.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?