Morte di Sinead O’Connor: le autorità fanno luce sulle sue ultime ore

Comunicata ufficialmente la causa del decesso: “Morte naturale”. L’artista è stata trovata priva di sensi nel suo appartamento

Sinead O'Connor (Pasquali)
Sinead O'Connor (Pasquali)

Londra, 9 gennaio 2024 – A più di 5 mesi dall’improvvisa scomparsa di Sinead O’Connor, le autorità britanniche fanno luce su quanto è accaduto il 26 luglio nella casa della cantante. Stando alla polizia, la morte è stata naturale: la 56enne è stata rinvenuta priva di conoscenza e non c’era più nulla da fare.

O’Connor è morta ad appena 18 mesi di distanza da suo figlio Shane, di 17 anni, che si è suicidato dopo essere fuggito dall’ospedale psichiatrico in cui era ricoverato. Ed è proprio l’ultimo tweet della superstar ad aver acceso le voci su un suo presunto suicidio: “Sto vivendo come una creatura notturna non-morta. Era l'amore della mia vita, la luce della mia anima – aveva scritto sotto una foto del figlio – Eravamo un'anima in due metà. È stata l'unica persona che mi abbia mai amato incondizionatamente. Sono persa nel limbo senza di lui”. Le forze dell’ordine avevano da subito ritenuto il decesso “non sospetto”, ma era stata comunque disposta un’autopsia. I risultati saranno pubblicati integralmente solo nel caso in cui venisse aperta un’indagine, ma è stata comunicata l’impossibilità di stabilire l’esatta data di morte dell’artista.

L’esistenza della cantante irlandese è stata tormentata: dopo essere stata una figura provocatoria e incompresa per decenni – giungendo a strappare una foto di Papa Giovanni Paolo II durante un’esibizione nel periodo dei primi scandali di pedofilia nella Chiesa – ha passato i suoi ultimi anni provata dalle malattie psichiatriche. “Le ultime due notti mi hanno distrutto. Ho preso un'overdose. Non c'è altro modo per ottenere rispetto – aveva scritto sui social nel 2015 – Non sono a casa, sono in un hotel da qualche parte in Irlanda, sotto un altro nome. Finalmente vi siete sbarazzati di me”. Dopo aver allarmato cari e fan, la donna era stata posta al sicuro. Nel 2017 aveva parlato delle sue sofferenze in un video: “Le malattie mentali sono come le droghe. Vivo in un motel Travelodge in New Jersey e sono da sola. E non c'è niente nella mia vita eccetto il mio psichiatra, la persona più dolce al mondo, che mi tiene in vita”. In quell’occasione, aveva accusato la sua famiglia e gli amici di averla abbandonata. 

Poi, il 26 luglio dello scorso anno la tragedia: Sinead O’ Connor era stata trovata morta nel suo appartamento londinese. Il funerale si è tenuto in Irlanda in forma privata, ma migliaia di fan hanno accompagnato il feretro mentre attraversava il lungomare dell’isola. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro