4 apr 2022

Lo studio: "Anche alle scimmie piace l'alcol"

Un recente studio ha dimostrato come le scimmie scelgono molto volentieri di alimentarsi ogni giorno con frutta che contiene etanolo

Un macaco di scimmia alle prese con un cocktail
Un macaco di scimmia alle prese con un cocktail

Le scimmie ragno dalle mani nere di Panama consumano quotidianamente dei frutti di palma che contengono una piccola dose di etanolo. A raccontare la sorprendente scoperta è uno studio dei ricercatori della California State University, pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science. Una prova empirica che valorizza in qualche modo la teoria della scimmia ubriaca, avanzata per la prima volta dal biologo Robert Dudley nel 2000.

L’alcol della frutta viene metabolizzato dai primati
I ricercatori americani hanno analizzato per il loro esperimento i campioni di urina di due scimmie ragno dalle mani nere, le Ateles geoffroyi che vivono a Panama, grandi consumatici dei frutti di alcune particolari palme che contengono una piccola dose di alcol. Le analisi hanno confermato la presenza di metaboliti specifici dell'etanolo, il che suggerisce che l'alcol non sta solo passando attraverso i loro corpi, ma viene digerito e utilizzato in qualche modo dalle scimmie.
"Per la prima volta – spiega nel paper la primatologa Christina Campbell, della California State University - siamo stati in grado di dimostrare, senza ombra di dubbio, che i primati selvatici, senza interferenze umane, consumano frutta contenente etanolo".

Le scimmie si ubriacano?
La scoperta degli scienziati americani riporta in primo piano una teoria del biologo Robert Dudley che, nel 2000, aveva spiegato come le scimmie provino una forte attrazione per l’odore e il gusto dell’alcol, tanto da evolvere la loro natura in modo che possano dare la caccia più agevolmente ai frutti maturi (più ricchi di etanolo) e metterci le mani prima degli altri animali.
Altri primati come gli scimpanzé comuni (Pan troglodytes) sono stati sorpresi a mangiare linfa fermentata dalle palme, una sostanza che contiene circa il 7% di etanolo.

Frutta con alcol per il maggiore quantitativo calorico?
Come spiegano gli scienziati americani nel corso del loro studio, non è ancora chiaro il motivo per il quale le scimmie preferiscano questa tipologia di frutti di palma con alcol rispetto ad altri. Non dovrebbe trattarsi, però, della voglia di ubriacarsi e dimenticare i problemi di tutti i giorni, come qualche volta accade per gli esseri umani. “Molto probabilmente – si legge nella ricerca – i primati scelgono la frutta con alcol per la quantità di calorie superiore che questi prodotti contengono rispetto agli altri; più calorie significano più energia per le loro attività quotidiane”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?