4 mag 2022

Rock and Roll Hall of Fame: gli ingressi del 2022

Eminem, Duran Duran, Eurythmics, Lionel Richie, Dolly Parton, Pat Benatar e Carly Simon sono le new entry nel tempio della musica

Eminem
Eminem

Sono stati resi noti i nomi dei musicisti e delle band che rappresentano gli ingressi dell'anno 2022 nella Rock and Roll Hall of Fame. La cerimonia del 5 novembre di quest'anno celebrerà la rocker Pat Benatar, il gruppo new wave Duran Duran, la star dell'hip hop Eminem, il duo synth-pop Eurythmics, la leggenda del country Dolly Parton, il paladino dell'R&B Lionel Richie e la cantautrice pop Carly Simon.

Per essere inclusi nella RRHOF bisogna che siano trascorsi 25 anni dall'esordio musicale. Dei nuovi ingressi, Eminem, Duran Duran, Richie, Simon e Parton erano stati candidati solo una volta (e per Eminem il 2022 era il primo anno possibile di nomination). Eurythmics e Benatar erano invece al loro secondo tentativo. Un aspetto curioso è che l'ingresso di Dolly Parton arriva nonostante lei, all'annuncio della candidatura, avesse declinato l'invito: non in polemica, ma perché si era sempre mossa all'interno del genere country e non riteneva di avere contribuito in maniera sostanziale al rock and roll. "Nonostante sia enormemente lusingata", aveva detto, "non ritengo di avere meritato questo riconoscimento". Evidentemente, quelli della RRHOF la pensano diversamente.

Non è finita, perché grazie alla categoria "award for musical excellence', entreranno nella Rock and Roll Hall of Fame anche i maestri dell'heavy metal Judas Priest e il duo di compositori e produttori R&B/pop composto da Jimmy Jam e Terry Lewis. Sempre nel 2022, la categoria "early influence award" consente l'ingresso di Harry Belafonte, il re della musica caraibica, e di Elizabeth Cotten, leggenda del blues.

Infine, la RRHOF ha anche l'Ahmet Ertegun Award, premio dedicato ai "compositori, produttori, disc jockey, giornalisti e altri professionisti dell'industria discografica che hanno avuto grande influenza", ma che non sono dei performer perché hanno sempre lavorato dietro le quinte. Grazie a questa categoria, gli ingressi di quest'anno sono tre: Allen Grubman, Jimmy Iovine e Sylvia Robinson. Il primo è stato fra i fondatori della RRHOF e l'agente di pezzi da novanta come Bruce Springsteen, Sting e U2; Iovine è stato, fra le altre cose, cofondatore di Interscope Records; Robinson ha cofondato Sugar Hill Records ed è stata compositrice e produttrice. È anche la quarta donna (e la prima di colore) a ricevere l'Ahmet Ertegun Award.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?